SECONDE SQUADRE: IN DIRITTURA D’ARRIVO ANCHE IN ITALIA.

Seconde squadre

A cura di Gianmarco De Giorgi.

Seconde squadre in Italia? Il Milan al lavoro per averne una in Lega Pro dal 2018/19

Il commissario della Figc Giovanni Malagò in conferenza stampa alla domanda: < Quanto ci vorrà per vedere le seconde squadre? Penso giorni. Uscirà un provvedimento che le sdoganerà, un endorsement definitivo con le squadre, non so dire se già dal prossimo campionato o al massimo tra un anno. Però ormai il discorso è varato e deve andare avanti>.
 Il movimento calcistico italiano è in crisi. Dopo il mondiale vinto in Francia nel 2006 la rosa della nazionale è andata incontro ad una inesorabile direzione di assenza qualitativa del parco giocatori. Uno dei fattori responsabili di questa decrescita è il non saper valorizzare i giovani calciatori italiani. I club nostrani hanno paura di far debuttare i giovani italiani non però quelli stranieri. Ed ecco che in aiuto a questo fenomeno intollerante per il popolo calcistico italiano, arriva la possibilità da parte dei grandi club di avere una seconda squadra di proprietà a partire dalla Lega Pro. Cosa può cambiare? Semplice, la possibilità di far crescere giovani ragazzi in campionati duri come quello della Lega Pro o della Serie B. Diventerà un vantaggio, che si tramuterà in esperienza che i novelli aspiranti faranno per poi aver la possibilità di far quel salto in prima squadra da ragazzi maturi. Tutto ciò avviene già in Premier, nella Liga e in altri campionati europei. A dimostrazione del fatto che la crescita del giovane giocatore nazionale passa proprio dal gioco. Le seconde squadre hanno appunto questo principale obiettivo: far giocare le giovani promesse per aumentare il loro bagaglio di esperienze nonché di crescita fisica.
In questo senso, il Milan sta già sviluppando il progetto relativo ad avere una seconda squadra. Il club rossonero è infatti uno dei più interessati, che vedono il progetto anche positivamente anche in tema di nuovi sponsor e nuove modalità di introiti. Senza considerare l’aspetto tecnico, dato che non mancano i giovani che il club potrebbe valorizzare con una seconda squadra.
Tuttavia, il Milan sta già lavorando sul progetto, con l’obiettivo di essere pronti anche per la prossima stagione nel caso in cui venisse dato il via libera a partire già dal campionato 2018/19. Tra le ipotesi c’è quella che, in caso di posti liberi in Lega Pro, invece che ricorrere direttamente al ripescaggio venga offerta la possibilità ai club di Serie A di inserire da subito una seconda squadra: in questo caso, la società rossonera sarebbe tra quelle interessate.
 
Inserisci la tua Email:

Riceverai le nostre newsletter

Fondatore del magazine sportivo ilcalcio24ore.it

Rispondi

Ultimi risultati

The latest football information here. Now fetching info from the soccer data source.

Classifica Serie A

The latest football information here. Now fetching info from the soccer data source.

Prossimi incontri

The latest football information here. Now fetching info from the soccer data source.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: