AD AMBURGO L’OROLOGIO HA SMESSO DI BATTERE

L’AMBURGO RETROCEDE IN SECONDA DIVISIONE

 

Cinquantaquattro anni, 261 giorni e 36 minuti.

L’orologio al Volksparkstadion di Amburgo si ferma qui. Per la prima volta nella sua storia, e nonostante il successo per 2-1 contro il Borussia Monchengladbach, l’Amburgo lascia la Bundesliga: era l’unica a non essere mai scesa in Zweite-Liga.

Quella dell’orologio sembrava quasi una storia leggendaria, come quella che si raccontano nelle favole.

Infatti l’Amburgo non era mai retrocesso. Aveva già rischiato più volte nelle ultime stagioni, ma alla fine è rimasto sempre lì in alto. Ora però i bonus sono davvero finiti. Nessun club era stato più presente dell’Amburgo nel massimo campionato tedesco. La Bundesliga è alla sua 55esima edizione, il Bayern ne ha disputate 53 (il club era in seconda divisione nelle prime due stagioni), il Brema 54. L’unico club ad esserci sempre stato era stato proprio l’Amburgo.

Gli Irretrocedibili (così erano chiamati) lasciano la Bundesliga, i tifosi sono rammaricati, ma lo è ancora di più lo sponsor che gestiva l’orologio. Fine della favola

Rispondi

Ultimi risultati

The latest football information here. Now fetching info from the soccer data source.

Classifica Serie A

The latest football information here. Now fetching info from the soccer data source.

Prossimi incontri

The latest football information here. Now fetching info from the soccer data source.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: