MOTO GP: LORENZO TRIONFA AL MUGELLO, DOVI-VALE SUL PODIO

Por Fuera è tornato: dopo 567 giorni di digiuno, Jorge Lorenzo è tornato alla vittoria, per la terza volta in quattro anni al Mugello, diventando il 6° pilota di sempre a vincere un GP con due scuderie differenti, la 24esima nella masterclass delle moto. Ha vinto a casa del nemico il classe ’87, che dopo il fattaccio con Marc Marquez ai danni di Valentino Rossi del Mondiale 2015, è stato solo parzialmente perdonato dai tifosi tricolori, magari solo dopo l’approdo in Ducati. La casa di Borgo Panigale ormai è una costante nel mondiale e tra il maiorchino e il fenomeno di Forlì non sbaglia un colpo, ritornando sui fasti degli anni d’oro di Casey Stoner, oggi ai box: Ducati è terza nella classifica Costruttori, a meno 1 da Yamaha e -23 da Honda.

Tutto è ancora aperto, proprio come nel mondiale piloti, con un ribaltamento importante in classifica oltre all’avvicinamento ai danni del primo, Marc Marquez: il #93, dopo aver causato danni agli altri piloti negli scorsi Gran Premi, questa volta è scivolato, finendo nella ghiaia e terminando la gara al 16° posto. Il primo posto nella classifica motociclisti è ancora al sicuro con 95 punti, ma The Doctor è ancora affamato di vittorie, e con 3 podi rincorre a -23: allo stesso modo Vinales e Dovizioso provano a recuperare terreno dopo varie prestazioni incolori. E dunque, ecco il momento del #46: Rossi partiva in pole, dopo il giro record della pista nel giorno della Festa della Repubblica e dell’impresa di Fabio Fognini in quel di Parigi. Ma il fenomeno di Tavullia nulla ha potuto contro la potenza della moto di Lorenzo, che semplicemente aveva più gas rispetto ad una Yamaha pessima rispetto alle aspettative, e da cui Vale chiede aiuto per un’insperata impresa. La gara per il Dottore è stata turbolenta, ricca di alti e bassi, tanto da finire anche 6°, ma la reazione d’orgoglio, dopo la caduta del Cabroncito, è arrivata puntuale: superati in curva Iannone e Petrucci, nel finale ha provato a sorpassare anche il Dovi, ma il modesto forlivese ha tenuto duro fino alla fine dopo un’importante rimonta discapito degli scarichi Zarco e Vinales, in sella ad una Yahama che non tiene le temibili avversarie. Le Ducati volano, Rossi arriva 3°, ma anche Iannone e Petrucci non demeritano: malissimo Pedrosa e Marquez; riuscirà Por Fuera a rimanere in Ducati? Intanto, dopo la formazione del governo, la festa del 2 giugno, le imprese di Marco Cecchinato e Fabio Fognini, domani atteso da Marin Cilic al Roland Garros, anche il Mugello si tinge di azzurro…con macchie di sangue iberico…

Giornalista sognatore che ama lo sport, dal tennis al calcio, passando per i motori: scrivere per la Storia

Rispondi

Ultimi risultati

The latest football information here. Now fetching info from the soccer data source.

Classifica Serie A

The latest football information here. Now fetching info from the soccer data source.

Prossimi incontri

The latest football information here. Now fetching info from the soccer data source.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: