IMPRESA CECCHINATO: BATTE DJOKOVIC E APPRODA IN SEMIFINALE AL ROLAND GARROS

Abbiamo atteso 40 anni: era il 1978 quando Corrado Barazzutti giunse in semifinale al Roland Garros, due anni dopo la tripletta di Adriano Panatta tra Roma, Parigi e la Coppa Davis. Ma se a quei tempi erano i migliori azzurri, quest’anno si è trattato di un autentico exploit, impareggiabile nella storia del tennis italiano, con il primo azzurro a raggiungere una semifinale Slam dopo 4 decenni, dopo che Fabio Fognini nel 2011 sempre nella città francese ci era andato vicino fermandosi ai quarti, proprio contro Novak Djokovic. Ma Marco Cecchinato l’ha vendicato, giocando in maniera sublime, anche oggi: dopo aver battuto Copil, Trungelliti, altro tennista speciale, ma questa è un’altra storia, Carreno Busta, probabilmente quello che stava più in forma tra quelli sfidati, David Goffin ed oggi il capolavoro contro il serbo campione a Parigi nel 2016.
Si tratta di un’impresa, un miracolo, più della finale italiana US Open 2015 tra Roberta Vinci e Flavia Pennetta, quindi probabilmente da oggi 5 giugno sarà giornata nazionale, dopo aver battuto il 12 volte campione Major Novak Djokovic, numero 1 al momento per 223 settimane, per 6-3 7-6(4) 1-6 7-6(11) in tre ore e 28 minuti.
Un match comandato sin dall’inizio, con il giusto calo nel terzo set, intervallati da due tie-break al cardiopalma, vincendo alla quarta palla disponibile. Sotto la Tour Eiffel il palermitano vince il primo set per 6-3, grazie al break iniziale che ha messo tutto in discesa. Dopo il medical time-out chiamato dal serbo per un problema al collo, il serbo recupera sotto 2 a 0 ma nonostante i 3 set point, perde al tie-break per 7-4, per via del dominio da 22 vincenti del classe ’92.
Nole domina il terzo e il quarto ma dopo il parziale di 6-1 5-2, perde clamorosamente il set, adattandosi al gioco del 72 al mondo, da lunedì #27 a meno che non avanzi ancora…: quindi, la rimonta è servita. Il serbo, avanti 5-3, serve per il set, arrivando 30-0, ma Marco è fenomenale e domina anche il tie-break, al cardiopalma, vincendo 13-11, annullando altri 3 set point. Djokovic aveva un bilancio di 34-1 prima di oggi: l’unica sconfitta ad Umago 2004 contro Filippo Volandri.
Next stop: Dominic Thiem per un posto in finale contro l’unico temibile avversario di Rafael Nadal e alla terza semifinale di fila in quel di Parigi. Marco, provaci ancora! 

Giornalista sognatore che ama lo sport, dal tennis al calcio, passando per i motori: scrivere per la Storia

Rispondi

Ultimi risultati

The latest football information here. Now fetching info from the soccer data source.

Classifica Serie A

The latest football information here. Now fetching info from the soccer data source.

Prossimi incontri

The latest football information here. Now fetching info from the soccer data source.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: