In ricordo di Gaetano Scirea.

«Un fuoriclasse raro, inarrivabile. Per la raffinata eleganza con cui stava in campo e per l’educazione e l’onestà con cui affrontava la vita. Come giocatore della Juventus ha vinto tutto. Come uomo è stato un modello di dolcezza e integrità, una persona leale e gentile.»

Con una citazione del giornalista Giovanni Brera, oggi ricordiamo l’anniversario della morte di uno dei giocatori piu’ amati dagli sportivi italiani: Gaetano Scirea.

Gaetano Scirea e’ un tornitore della provincia di Bergamo che cresce nelle giovanili atalantine fino a diventare un punto stabile della prima squadra. Inizialmente viene schierato come mezzala, ma le sue capacita’ di accentrarsi ne fanno un ottimo stopper, e un ordinato difensore successivamente.

Dopo gli esordi in A con l’Atalanta si lega alla Juventus di cui ne diventera’ un punto di riferimento, e uno dei giocatori con piu’ presenza nella storia bianconera. Con la Juventus vincera’ tutti i titoli diventando uno dei giocatori che a livello europeo ha vinto tutte le maggiori competizioni Uefa (Coppa dei Campioni, Coppa Uefa e Coppa delle Coppe).

Con la maglia della nazionale vinsa anche la Coppa del Mondo nel 1982 in Spagna.

Il 3 settembre 1989 come allenatore in seconda della Juventus, a Scirea viene incaricato di visionare un incontro del prossimo rivale dei bianconeri in Coppa UEFA, il Górnik Zabrze.

Durante il viaggio di ritorno verso Varsavia, dove avrebbe dovuto prendere l’aereo per Torino, nella sua auto erano presenti un autista locale, l’ interprete e un dirigente del Górnik. La vettura su cui viaggiavano fu tamponata da un furgone nei pressi di Babsk, e prese fuoco anche a causa di quattro taniche di benzina che erano state messe nel bagagliaio in caso di necessità.

Dei quattro occupanti si salvò solo il dirigente della squadra polacca che, seduto sul sedile anteriore, ed essendosi aperto lo sportello alla sua destra durante il tamponamento, poté uscire dal veicolo. Per Scirea, l’autista e l’interprete il rogo fu fatale, visto che, in base agli esiti dell’autopsia, non avevano riportato lesioni nell’impatto. Scirea fu soccorso e trasportato presso un ospedale vicino ma, a causa delle gravi ustioni riportate, i medici non poterono fare altro che constatarne il decesso.

Un incidente che avvenne una domenica pomeriggio durante una giornata del campionato, e fu il telecronista Sandro Ciotti, che durante la trasmissione “tutto il calcio minuto per minuto”, ne diede il triste annuncio, lasciando nello sgomento tutti gli appasionati di calcio italiani.

Nella sua lunga carriera oltre al record delle competizioni Uefa, Scirea detiene un altro record personale; e’ il giocatore che non ha mai ricevuto un espulsione. Una caratteristica che lo fece riconoscere come un campione di correttezza e signorilita’.

 

Ultimi risultati

The latest football information here. Now fetching info from the soccer data source.

Classifica Serie A

The latest football information here. Now fetching info from the soccer data source.

Prossimi incontri

The latest football information here. Now fetching info from the soccer data source.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: