Roma-Juventus: L’analisi

Va alla Juve il primo scudetto, quello invernale, quello che più volte invece ha portato a casa l’Inter salvo poi rallentare fino a fermarsi nella seconda parte di stagione. Basta una Juve “normale” contro una Roma sbiadita, abbastanza lontana dagli standard delle prestazioni del girone d’andata, per strappare i 3 punti all’Olimpico e il successivo sorpasso sui nerazzurri, fermati da Gasperini sull’1-1.

C’è ancora poco del Sarrismo tanto ricercato dagli addetti ai lavori, e c’è invece l’efficacia e la vittoria sofferta in stile Mister Allegri; Pronti-via e Demiral (corteggiato e richiesto sul mercato) col piattone mette in rete il pallone gentilmente servito da Dybala e fa cambiare il risultato sul tabellone. Neanche il tempo di esultare e godersi il vantaggio che il centrale Turco deve abbandonare il campo per infortunio. La Roma sbanda, perde le misure e si fa male da sola provocando un rigore realizzato da Cristiano Ronaldo al 10’. 0-2.

La Juventus non assesta il colpo del k.o, mantiene un baricentro troppo basso e a parte qualche rara uscita di Pjanic, il centrocampo non gira palla “Alla Sarri” ma da la sensazione di aver attivato il Risparmio Energetico. Cresce la Roma col passare dei minuti pur senza strappare applausi; sale in cattedra Edin Dzeko che nel giro di 2 minuti crea 3 occasioni da gol, dall’ultima con l’aiuto del Var che incrimina Alex Sandro per un tocco di mano sull’imbucata del Bosniaco, Perotti realizza il gol dell’1-2. L’inciso di Sarri nel post-partita sintetizza la restante parte del match:<<Abbiamo difeso bene, in affanno perché troppo bassi>>.

È il festival degli errori tecnici: la Roma ci prova, ci crede, ma sbaglia più della Juventus, che sa essere pragmatica come ci ha abituato negli ultimi anni, ma di certo non incanta per qualità del gioco. Sarri si gode il primato in classifica, consapevole che la strada da fare è ancora lunga.

P.S Auguriamo una pronta guarigione a Nicoló Zaniolo, convinti che tornerà più forte di prima in campo !


Fabio Montesanti

THE GAME REVOLUTION

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.