Il calcio24ore incontra Raffaele Zarra, procuratore di calciatore Italo-Svizzero. Una chiaccherata sul calcio elevetico e su tre talenti svizzeri che giocano in Premier.

La nostra attivita’ giornalistica si arricchisce con un altro incontro, avvenuto nella sala da the di un noto albergo di Londra.

Oggi abbiamo incontrato Raffaele Zarra, un imprenditore edile con la passione per il calcio, che da 28 anni in compatibilita’ con la sua attivita’ imprenditoriale, si occupa della gestione di alcuni giocatori svizzeri come procuratore.I suoi giocatori gli vengono segnalati dai settori giovanili delle maggiori e delle piccole realta’ del paese elvetico.
Grazie alla segnalazione del nostro lettore e corrispondente Alessandro Uliano, abbiamo incontrato Raffaele a Londra, e lui si e’ messo a disposizione per parlarci della sua attivita’ di procuratore. Ma anche per parlare sia del campionato svizzero, che di alcuni giocatori della nazionale svizzera che attualmente militano nel campionato di Premier League.

Ciao Raffale, ti ringraziamo di avere accettato il nostro invito, e iniziamo la nostra chiaccherata con una tua presentazione.

• Mi chiamo Raffaele, sono nato e cresciuto in Svizzera, anche se le mie origini sono della provincia di Avellino, perche’ i miei genitori sono nati in quelle zone . Lavoro a Lucerna, nel centro della Svizzera, e da 28 anni sono nel mondo del calcio nel ruolo di procuratore. Da un po’ di anni mi sono specializzato con i talenti giovani svizzeri, da proporre sia in Italia, ma anche in Germania e in Inghilterra.

Come e’ il calcio svizzero? Che progressi ha fatto? E che progressi puo’ ancora fare in futuro?

• Il calcio svizzero in questi ultimi anni ha fatto dei progressi enormi; progressi che possiamo notare con la nazionale svizzera, nella quale sono stati inseriti a poco a poco dei giovani di assoluto valore, figli di immigrati venuti in Svizzera, per cercare fortuna e una vita lavorativa migliore. Molti dei giovani sono di origine Italiana, Albanese, ma anche di altre nazioni. Il merito di cio’ va alla federazione calcistica svizzera, che ha fatto un bel lavoro di Scouting da piu’ di 15 anni, prendendo i migliori giovani dalle scuole calcio e dai settori giovanili, per dare a questi talenti un futuro migliore nel mondo del calcio. Ma anche le societa’ calcistiche svizzere, sia grandi sia piccolo, hanno fatto questo tipo di lavoro di scouting, per valorizzare i giovani e rivenderli poi a societa’ piu’ ambiziose.

Visto che si parla di talenti, ti faccio tre nomi di talenti cresciuti in Svizzera e che attualmente giocano in Premier League. Si tratta di Shaquiri, Xhaka e El Neny?

• Secondo me Shaquiri e’ un giocatore che ha grandi qualita’, pero’ ha cambiato troppe squadre, e se fosse rimasto al Bayern Monaco, avrebbe potuto esprimersi ad alti livelli. Avrebbe dovuto avere un po’ piu’ di pazienza, perche’ stave esprimendo un calcio di alti livelli, e non sarebbe dovuto andare all’Inter e allo Stoke, dove non ha espresso al meglio le sue qualita’. E’ vero che adesso e’ al Liverpool, ma ha davanti a se giocatori di un livello superiore, che non gli permettono di avere un impiego continuo. Secondo me se fosse rimasto in Germania, si sarebbe espresso meglio, e sarebbe diventato un giocatore migliore.
• Conosco bene Xhaka, sia lui che la sua famiglia; conosco anche la sua storia, perche’ lui e’ cresciuto nel Basilea, una squadra che seguo moltissimo per i talenti che sforna nel suo settore giovanile, e per me e’ un grandissimo giocatore. Un grandissimo talento, che gia da giovane ha saputo gestire il centrocampo, come se fosse un allenatore in campo, pero’ gli manca un allenatore che nei momenti difficili, gli dica come deve reagire e aiutarlo a superare le difficolta’ del momento. Nelle sue recenti polemiche con i tifosi per i fischi ricevuti durante una partita giocata malissimo, avrebbe dovuto essere aiutato sia dall’allenatore che dalla societa’ a superare questo momento di difficolta’. Ora con Arteta sembra essere ritornato ai suoi livelli. E’ un grande talent, che puo’ giocare tranquillamente per un altro top club.
• El Neny, e’ un grandissimo talento, che puo’ fare la differenza in tutte le squadre di Premier League. Pero’ anche lui di un ambiente societario e di un allenatore forte e solido, che lo aiuta nella sua crescita professionale. Sono sicuro che con Arteta, sara’ preso in considerazione quando ritornera’ dal prestito in Turchia.

A cosa e’ dovuta la tua visita a Londra?

Sono anni che vengo qui a Londra, perche’ ho molti contatti lavorativi a livello sia aziendale che calcistico, e mi incontro spesso con alcune societa’ che conoscono e apprezzano il mio lavoro, con cui parlo di giocatori da lanciare e crescere; ma anche con colleghi procuratori operative nel calcio inglese, con cui ci scambiamo opinioni e spunti sulla FA inglese e la Lega Svizzera, e sul modo di crescere sia i giocatori giovani, che anche le societa’ sportive a livello gestionale.

Tra i talenti svizzeri, c’e’ qualche giovane che raccomandi per le maggiori societa’ europee? Si parla bene di un giovane di origini italiane chiamato Iodice, che fa parte dei talenti che gestisci.

  • Tra i giocatori che gestisco posso raccomandare il portiere del Basilea, Jonas  Omlin, che da anni e’ sotto osservazione di alcuni club europei, anche se lui sta bene a Basilea, dove sta facendo esperienza con le competizioni europee, come la Champions League e l’Europa League, ed e’ un giocatore che fara’ sicuramente il salto di qualita’.
    Iodice e’ un giovane molto interessante e molto talentuoso. E’ un ragazzo di origini napoletane, che e’ cresciuto a Zurigo, e che quest’anno e’ stato aggregato alla prima squadra del Grasshopper, dove sta facendo molto bene. E’ un ragazzo con la testa sulle spalle, che oltre a giocare studia, e quest’anno si diplomera’. Io raccomando sempre ai giocatori che gestisco di completare gli studi o di fare un periodo di apprendistato lavorativo, prima di iniziare la carrier di giocatore professionista.
    Ringraziamo Raffaele per la sua disponibilita’ e per aver condiviso con noi la sua esperienza di procuratore sportivo.

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.