Pjanic-Arthur uno scambio al momento giusto, andiamo a vedere il perché?

Probabilmente questa sarà l'ultima stagione di Pjanic alla Juve.

Pjanic-Arthur uno scambio che conviene a tutti.

Miralem Pjanic alla Juve dal 2016.

Sembra direzionarsi verso un finale positivo lo scambio Pjanic-Arthur, la Juve è convinta che sia il momento giusto per cedere il bosniaco. Sarà un addio senza rimpianti? Questo lo dirà solo il tempo, il presente vede la situazione a favore di questo scambio molto conveniente per il club di AgnelliMiralem Pjanic ha 30 anni ed è in Italia dal 2011 e sinceramente anche lui sta pensando di cambiare aria per l’ultima volta, magari andando in un grande club, come può essere il Barcellona. 

Lo scambio Pjanic-Arthur perché conviene alla Juve?

Nel 2016 Pjanic venne messo a bilancio per 32,8 milioni di euro, rinnovando nell’estate del 2018 fino a giugno 2023. Il suo peso residuo a bilancio, al termine di questa stagione, sarà di 13 milioni di euro. Di conseguenza questo già potrebbe farvi capire come una cessione pari a 60 milioni di euro o addirittura a 80 milioni di euro, che bella fetta di plusvalenza avrebbe la società bianconera. Le note positive non finiscono qui, perché Pjanic ha uno stipendio da top player, 7,5 milioni di euro l’anno, che verrebbe meno dalle casse juventine. Tutto sommato per la dirigenza, la sua cessione, porterebbe solo dei grandi benefici in termini economici; è da vedere ai fini tecnici se Arthur è all’altezza. Detto ciò lo scambio Pjanic-Arthur sicuramente è vantaggioso sotto l’aspetto finanziario, per quello tecnico è da valutare.

Il Barcellona stringe per lo scambio Pjanic-Arthur, la Juve valuta anche altri nomi.

Il Barcellona accelera i tempi per Miralem Pjanic. Si è raggiunto un accordo verbale con il centrocampista bosniaco, si vocifera un contratto di quattro anni, mancherebbe solo l’ok del club bianconero che ragiona sui nomi proposti dai blaugrana come dote dell’affare. Arthur è una soluzione gradita dal club di Paratici, spunta anche il nome di Jean-Clair Todibo. Il difensore francese era già stato seguito dalla Juve in passato e questa potrebbe essere la volta buona per un suo sbarco in Italia, dopo la stagione in prestito allo Schalke. Altri nomi che escono fuori per portare il bosniaco in Spagna sono: Semedo Rakitic. 

SOCKS-UP è un plantare in Silicone che ha un effetto antishock e antivibrazione che allevia lo stress alle articolazioni aiutando così ad alleviare dolori ai piedi e alla schiena. 

Valutazione dei nomi in ballo.

Arthur 56 mln€
Todibo 25 mln€
Semedo 32 mln€
Rakitic 20 mln€

Arthur profilo da valutare con estrema attenzione.

Tutti sappiamo le qualità del bosniaco della Juve e di come il suo pensiero estremamente veloce faccia girare la squadra di Sarri adesso e di Allegri prima. Caratteristiche simili le ha il brasiliano del Barcellona, anche se ama spesso e volentieri, tenere palla quel secondo in più rispetto a Pjanic. Sul brasiliano ad esporsi su Tmw Radio, nel corso di Maracanà è l’ex portire Simone Braglia. Su Arthur:

“Non è ancora pronto per i bianconeri, farebbe la fine di Bernardeschi”.

Dichiarazione altisonante, (Leggi articolo in merito su tuttojuve.com) che getta le basi per un diverbio tra chi vorrebbe tenersi Pjanic e chi invece vorrebbe cederlo per ringiovanire il centrocampo e investire nel futuro.

La carriera di Miralem Pjanic

Stagione Squadra Valore
2016/17 Juventus 32 mln €
2011/12 Roma 11 mln €
2008/09 Lione 7,5 mln €
2007/08 Metz
2004/05 Metz U19

Probabilmente sarà il suo ultimo anno con la Juventus; il suo passaggio al Barcellona è dato al 35% mentre esiste anche una piccola percentuale di probabilità che possa andare al Manchester Utd magari in una trattativa di scambio con Pogba.

Quale sarà secondo te il futuro di Pjanic?

Puoi rispondere commentando sulla pagina facebook del blog e magari inizi anche a seguirci.

Leggi anche:

Pronostici Bundesliga, 26 giornata 16-17-18 Maggio 2020.

Kanté Inter? Conte lo esalta, numeri e carriera di N’Golo.

Balotelli-Liverpool: L’ex compagno Lambert dichiara, Mario era una disgrazia.

Fantacalcio: Si può giocare anche senza la Serie A, ecco come?

Bruno Cirillo: Alla base della mia carriera c’è il Tricase calcio. Grazie.

Informazioni su Gianmarco De Giorgi 1737 Articoli
Fondatore del Magazine sportivo "IL CALCIO 24 ORE"  laureato in scienze motorie all'università Carlo Bò di Urbino. Appassionato di giornalismo sportivo, numeri e statistiche calcistiche.

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.