Esultanza di Lukaku nel derby: Un urlo liberatorio di potenza.

L’attaccante belga non ha contenuto la foga dopo la rete del 3-0. Scopriamo da dove nasce l’urlo liberatorio del carrarmato di Anversa.

Certamente non bastava a Lukaku vincere il derby grazie anche ad una sua ottima prestazione con assist a Lautaro. Voleva vincere nella sua maniera. Segnando, esultando e perché no scatenare le sue corde vocali con un urlo di gioia ma soprattutto come successo ieri, con un urlo di potere. Arrivato in Italia con l’etichetta di “gigante buono” ha fatto subito capire che tanto buono per gli avversari non lo è. In campo è una furia, un carrarmato, una macchina a dir poco perfetta. E’ la boa che tutti gli allenatori vorrebbero. Una boa non di solo sponde e protezione palla… è qualcosa di più.

I MIGLIORI BONUS BENVENUTO DI FEBBRAIO

Dal suo approdo all’Inter ha collezionato 81 presenze e ben 59 reti in tutte le competizioni. Un dato che dimostra come sia un finalizzatore perfetto oltre che un “pivot calcistico”. Il suo urlo di ieri – “I’m the best, io, io, te l’ho detto caz..” – esplica tutta la sua forza, la sua energia, il suo vigore, rendendolo padrone del derby. Ha vinto la sfida contro il Milan ma soprattutto quella indiretta contro Zlatan Ibrahimovic. Il suo grido impetuoso che chiama la sua truppa a se per un abbraccio vorticoso, doveva certamente arrivare anche alle orecchie dello svedese, che in quanto a modestia non è l’ultimo della classe.

L’urlo probabilmente nasce dal senso di “vendetta” contro il gigante rossonero che doveva sentire.

I MIGLIORI BONUS BENVENUTO DI FEBBRAIO

Pagina Facebook

Informazioni su ilcalcio24ore.it 3599 Articoli
ilcalcio24ore.it è il blog che si pone l'obiettivo di diramare il più possibile pronostici calcio attraverso statistiche e numeri dei match dei migliori campionati europei.

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.