31 luglio 2009, in ricordo di una leggenda: Bobby Robson

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni

Oggi in Inghilterra si ricorda la morte del leggendario giocatore e allenatore inglese Bobby Robson, che mori’ 9 anni fa in seguito a un tumore che lo perseguitava da anni al polmone. In Inghilterra e’ ricordato come una vera e propria leggenda per i successi da giocatore e da allenatore.

Da giocatore gioco’ un intera carriera nel Fulham e nel West Browich Albion, e una breve parentesi a Vancouver. Con la nazionale inglese disputo’ venti partite segnando 4 gol.

I successi maggiori li otterra’ da allenatore iniziando con l’Ipswich con il quale vincera’ una Coppa Uefa e una Fa Cup (nel 2002 il club gli dedichera’ una statua fuori da Portman Road). Imprese che gli valsero la panchina della nazionale inglese dove siedera’ per otto anni dove verra’ ricordato sopratutto per avere raggiunto il quarto posto al mondiale di Italia 90′.

Si afferma anche in Olanda, Portogallo e Spagna dove vinse 2 campionati olandesi, 1 campionato e una coppa portoghese, e una supercoppa spagnola, la coppa del Rey e la Coppa delle Coppe, con Psv, Porto e Barcellona. Fu’ colui che lancio Ronaldo come calciatore e Mourihno come allenatore (e’ stato suo assistente e interprete in Portogallo e Spagna).

Mori nel 2009 in seguito a un tumore maligno al polmon: viene anche ricordato per aver fondato una famosa associazione benefica internazionale (la Sir Bobby Robson Foundation), che ancora oggi si occupa della lotta contro i tumori.

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.