Boca Juniors: 115 candeline per uno dei club più titolati al mondo.

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni
BUENOS AIRES, ARGENTINA - MARCH 07: Carlos Tevez of Boca Juniors celebrates with teammates Julio Buffarini (L) and Eduardo Salvio (R) after scoring the first goal of his team during a match between Boca Juniors and Gimnasia y Esgrima La Plata as part of Superliga 2019/20 at Alberto J. Armando Stadium on March 7, 2020 in Buenos Aires, Argentina. (Photo by Gustavo Garello/Jam Media/Getty Images)

Nel mondo del calcio di oggi ricorre una speciale ricorrenza. Oggi infatti compie 115 anni una delle squadre più titolare al mondo: il Boca Juniors.

Si tratta di una squadra Argentina di Buenos Aires che vanta in totale 56 titoli vinti, tra trofei nazionali e internazionali, che ne fanno una delle squadre più titolate al mondo.
La storia del Boca Juniors inizia il 3 aprile del 1905 quando un gruppo di giovani italiani (la maggior parte dei quali genovesi), si incontrano per decidere di fondare un club calcistico in Sudamerica.
Fu così Esteban Baglietto, Alfredo Scarpani, Santiago Sava e i fratelli Juan e Teodoro Faranga decisero di dargli il nome Boca, perché è il nome del quartiere dove vivevano (e che aveva una parte degli abitanti di origine genovese), e gli aggiunsero anche Junior, per ricambiare la generosità di un ragazzo inglese che regalò ai ragazzi un pallone.
Per quanto riguarda la scelta dei colori sociali, decisero in maniera insolita. Uno dei ragazzi che si aggiunse dopo al gruppo iniziale di nome Juan Brichetto, propose di andare al molo e vedere la bandiera della prima nave che passava per il porto di Buenos Aires.
Una volta arrivati al molo, scovarono una nave chiamata Regina Sofia, e nella poppa di questa sventolava un vessillo giallo e blu, che sono i colori della nazionale svedese. Fu così che il passaggio di questa nave determinò i colori ufficiali del Boca Juniors: il giallo e il blu.
Fu così che nacque questa società gloriosa sudamericana, e iniziò la sua storia piena di trofei, successi ed emozioni. Tutte quante vissute per la maggior parte nel suo stadio chiamato Bombonera, dove il pubblico è composto da tifosi caldi e appassionati, che vengono chiamati “Xeneizes”, che nel dialetto catalano-spagnolo significa Genovesi.
Il Boca Juniors è stata anche una squadra che ha lanciato tanti talenti del calcio argentino, e dove hanno giocato anche diversi campioni della nazionale albiceleste. Tra questi ricordiamo: Samuel (ex difensore di Inter e Roma), Gago (ex Real Madrid), Schelotto, Palermo (recordman di gol con 236 reti all’attivo), Batistuta (che giocò in Italia con Fiorentina, Roma e Inter), Tévez (che vinse con entrambe le squadre di Manchester e con la Juventus), e infine Diego Armando Maradona (il giocatore argentino più forte di sempre).
Una squadra che ha sempre appassionato non solo i tifosi di Buenos Aires, ma anche nell’intera Argentina e in tutto il mondo.
Auguriamo agli Xeneizes altrettanti anni di gol, campioni, trofei e mille emozioni.

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.