Champions League: Manchester City – Tottenham 4-3, il braccio di Llorente e il Var regalano la semifinale agli Spurs.

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni

All’ Ethiad stadium di Manchester oggi si e’ giocato il ritorno dei quarti di finale di Champions League, di un derby tutto inglese tra Manchester City e Tottenham.

Il Manchester City deve rimontare il gol subito all’andata, della sconfitta nel nuovo stadio degli Spurs, che li ha visti perdere per 1-0. Ci sono le premesse per una grande partita, e tutto cio’ non e’ stato smentito.

Infatti gia i primi 12 minuti ci regalano 4 gol. Passano in vantaggio i Citizens al 4′ grazie a Sterling che riceve uno splendido assist da De Bruyne, e infila la palla nell’angolo destro non lasciando nessuno scampo a Llrois. Neanche il tempo di allaciarsi le scarpe che il Tottenham trova il pareggio, con Son che approfitta di un rimpallo nell’area del City e batte Ederson con un tiro angolato. Il Coreano si ripete controllando un passaggio di Eriksen e infilando la palla nel lato destro della porta. Ma non c’e’ nemmeno il tempo di respirare che il City trova il pareggio con Bernardo Silva che tira di prima intenzione dopo aver ricevuto un passaggio di Aguero, e con l’aiuto di una deviazione trova il gol del pareggio.

Questi primi dodici minuti ci fanno capire che lo spettacolo di questi quarti di finale vale gia’ il prezzo del biglietto.

e il ritmo intenso della partita non si ferma, e al 21′ il City trova il gol del vantaggio con Sterling, che riceve l’ennesimo assist da un immenso De Bruyne e con una cannonata dall’interno dell’area fulmina Lloris e porta in vantaggio i Citizens.

Questo spettacolare primo tempo si chiude con il punteggio di 3-2, con la partita ancora in bilico.

Nel secondo tempo e il City a partire forte alla ricerca del gol che potrebbe valere la qualificazione, e nei primi minuti ha tre limpide occasioni, con una punizione di De Bruyne che sfiora la traversa di poco; e due nello stesso minuto, prima con Sterling che tira forte dall’interno dell’area ma trova l’opposizione di Lloris che respinge, e sulla respinta si avventa Bernardo Silva che calcia a botta sicura ma manca la porta di pochissimo.

Al 54′ e’ De Bruyne ad avere una ghiotta occasione con un tiro potente da fuori area, ma la conclusione trova un Lloris in grande spolvero, che devi la palla direttamente in calcio d’angolo.

Il grande sforzo del City viene premiato al 59′ grazie al Kun Aguero, che con una conclusione chirurgica dall’interno dell’area segna il gol che potrebbe valere la semifinale.

E una partita bella e spettacolare con continui colpi di scena, infatti al 73′ il Tottenham trova il gol, in una maniera fortunosa e un po’ irregolare. Sugli sviluppi di una punizione di Trippier, Llorente salta piu’ di tutti e devia in porta. Un gol che scatena le polemiche perche’ sarebbe stato segnato con il braccio, ma nonostante le proteste dei giocatori l’arbitro convalida il gol che significherebbe qualificazione alle semifinali.

Un gol che scatena la reazione rabbiosa del City che si butta in avanti per cercare di segnare un altro gol, e all’84’ ha un occasione con Gundogan, ma il suo tiro termina di pochissimo a lato.

Al 93′ accade l’incredibile Aguero  raccoglie un passaggio di Bernardo Silva e si incunea in area, dove trova Sterling che da posizione favorevole la butta dentro senza pensarci due volte segando il gol che potrebbe valere la semifinale. Ma accade l’incredibile, l’arbitro viene richiamato dal Var per rivedere la posizione di Bernardo Silva, e dopo aver rivisto le immagini sul monitor decide di annullare il gol, e il punteggio resta sul 4-3.

Una vittoria che non basta al City per raggiungere le semifinali, complice la sconfitta dell’andata per 1-0 a Londra. Una vittoria fortunosa e con un paio di errori arbitrali regalano al Tottenham la qualificazione alle semifinali, che mancano da circa 56 anni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.