Sorpresa di questo inizio 2019, il giovane italo-ivoriano ha mostrato tutte le sue abilità davanti agli occhi dei tifosi di tutta Italia (e non solo). Nella seconda parte della stagione ha segnato 5 gol, tra campionato e coppa Italia, in 9 partite, numeri da vero attaccante.

Il resoconto di Cagliari

Primo tempo un po’ sotto tono per il giovane attaccante, che oltre a passaggi sbagliati ed errori tecnici, aggiunge un errore a tu per tu con Cragno. Nella ripresa invece, il numero 18 si sblocca fisicamente e mentalmente: sponde ai propri compagni e scatti che bruciano i difensori sardi arrivando al minuto 85′, su cross di Bentancur, si fa trovare nel posto giusto al momento giusto per realizzare la rete del raddoppio bianconero, seguito da esultanza un po’ provocatoria.

kean.jpg

Le parole di Bonucci e mister Allegri

Dopo gli episodi razzisti accaduti nella partita Cagliari – Juventus, Leonardo Bonucci si è esposto dicendo che anche Moise Kean aveva metà della colpa, per aver provocato la curva sarda: “La colpa è al 50 e 50. Kean ha sbagliato, la curva ha sbagliato. Kean sa che quando si fa gol deve pensare a esultare con la squadra e basta, abbracciarci tutti insieme. È stato un episodio e sa anche lui che poteva fare qualcosa di diverso e basta e guardiamo avanti”. La risposta del mister non viene a mancare: “Come al solito ci sono degli imbecilli, come ci sono nella vita quotidiana. Non è che bisogna star lì a pensar tanto, è una cosa molto semplice: bisogna cacciarli a vita, non basta dare un anno o due” ; Allegri ha poi bacchettato anche il suo attaccante: “La maturazione di un giocatore passa da questo, dall’evitare certe esultanze, bisogna avere gran rispetto dell’avversario”.