Il punto della situazione sulla ripresa dei campionati inglesi. Intanto alcune società rimborsano i propri abbonati.

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni

Con il ritorno della Premier League dato ormai per certo, con le date del 12 o del 19 giugno tra le più probabili, si sta discutendo anche di fare riprendere le altre competizioni inglesi, sulle quali le loro relative federazioni stanno cercando di trovare una soluzione.

Secondo le ultime indiscrezioni giornalistiche per quanto riguarda Championship, League One e la League Two sembra prevalere l’ ipotesi della sospensione definitiva dei campionati, con la promozione delle prime due e la disputa dei playoff (da disputare a porte chiuse) a cui parteciperebbero le squadre classificatesi tra il terzo e il sesto posto, prima dell’interruzione temporanea del campionato. Per quanto riguarda le retrocessioni invece verrebbero assegnate alle ultime tre squadre di ogni girone che si trovavano in queste posizioni di classifica al momento dell’ interruzione temporanea dei campionati.

Oltre ciò si starebbe anche discutendo di far terminare anche la FA Cup.

Per terminare la coppa nazionale si starebbe pensando di concluderla, usando la formula delle ultime due settimane del mondiale.

Questa soluzione prevederebbe che una volta terminata la Premier League, verrebbero fatte giocare le quattro gare dei quarti di finale tra venerdì e sabato, le due semifinali di martedì e mercoledì e la finale di domenica

Una proposta che sembrerebbe trovare il favore di tutte e otto le squadre coinvolte nella competizione.

Infine è appena giunta l’ufficialità che Arsenal, Manchester United, Tottenham e Everton rimborseranno i propri abbonati per la quota relativa alle ultime dieci partite, che si giocheranno a porte chiuse. Questa quota verrà rimborsata totalmente, oppure sarà scontata dal prezzo dell’abbonamento della prossima stagione.

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.