L’Inter esce sconfitta per 1-0 dal comunale di Torino dopo aver disputato una partita scialba e senza convinzione.

Seconda partita dell’anno per i ragazzi di Spalletti con un solo punto portato in cascina contro il Sassuolo in casa; si prospetta una settimana dura per mister Luciano perché è impensabile avere questo rendimento per una squadra che ancora deve dare tanto per poter conquistare un posto nell’Europa che conta.

Fare gol è un problema.

L’Inter non riesce ad andare a segno nemmeno schierando dal primo minuto la seconda punta tanto amata dai tifosi, Lautaro Martinez; con qualche numero probabilmente capiremo meglio la problematica situazione della squadra ad andare in rete. E’ dal 2 dicembre match contro la Roma all’Olimpico (punteggio finale 2-2) che i nerazzurri non segnano più di un gol a partita in campionato. Ecco le partite in sequenza:

  • Juventus-Inter 1-0
  • Inter-Udinese 1-0
  • Chievo-Inter 1-1
  • Inter-Napoli 1-0
  • Empoli-Inter 0-1
  • Inter-Sassuolo 0-0
  • Torino-Inter 1-0

Come potete vedere su 21 punti a disposizione il team milanese ne ha raccolti solo 11; per una squadra con ambizioni non da scudetto possono andare pure bene; di questo passo però si rischia di giocarsi un posto in Champions League all’ultimo incontro come già successo la scorsa stagione.

E’ impensabile che con questo potenziale tecnico in mano al tecnico di Certaldo si possa fare così grande difficoltà ad andare in goal. Calciatori del calibro di Icardi, Naingoolan, Politano, Perisic, Martinez dovrebbero essere messi in condizione di esprimersi al massimo, invece stiamo assistendo alla solita delusione interista. 

Certamente non sono giocatori da scudetto ma d’altra parte non sono nemmeno gli ultimi arrivati; è necessario dare una svolta alla situazione interista. Ovvio che se non si può cambiare l’intera squadra il primo sacrificato deve essere il mister.