Inter: Il punto sul mercato nerazzurro.

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni
Juventus Inter

Tanti i nomi in circolazione per la nuova Inter di Spalletti ma su questi persiste l’ombra del fair-play finanziario.

[amazon_link asins=’B06X6CGBML’ template=’ProductCarousel’ store=’ilcalcio24ore-21′ marketplace=’IT’ link_id=’0fbe6c97-747a-11e8-9321-9d65ef3aa646′]

Un macigno si direbbe il fair-play finanziario per la società nerazzura. Sono lontani i tempi in cui i dirigenti milanesi andavano in giro per l’Italia e soprattutto per l’Europa a fare spesa pesante.

L’Inter batte la mano del cambio, come potenza economica, a club dello spessore di Real Madrid, Manchester United e City, Bayern Monaco, Psg, Barcellona, Chelsea, Liverpool ecc..

Il mercato nerazzurro è reso complicato e difficile per una mancanza di liquidità ma soprattutto per la regola del fair-play finanziario imposta dalla Uefa, che controlla ogni minimo passo economico in bilancio delle squadre in netta sofferenza monetaria.

Dopo questa breve introduzione tuffiamoci all’interno del mercato interista.

Analizzeremo le operazioni future che si potrebbero realizzare e quelle che sulla carta si vorrebbero fossero fatte ma con una minima percentuale di riuscita.

Capitolo Naingoolan:

Il giocatore ha preso atto della sitiazione in casa Roma: verrà ceduto per il bilancio ma soprattutto per dare un cambiamento tattico e tecnico alla nuova Roma di Di Francesco.

Io sarei rimasto.

ha detto agli amici romani. Ieri invece alcuni tifosi che l’hanno intercettato riferiscono una frase inequivocabile, che anticipa l’inevitabile separazione:

Ciao ragazzi, ci vediamo a Milano.

La Roma ha bisogno di soldi subito, l’Inter dalla sua vorrebbe scavallare l’anno finanziario e chiudere a luglio. In ogni caso entrambe le società iscriveranno a bilancio una plusvalenza a Trigoria approderà uno dei tanti giovani interisti della primavera: Pinamonti e Zaniolo sono i nomi che circolano.  A questa contropartita tecnica ci sarà un bonifico da 25/30 milioni di euro.

40 milioni di euro per Malcom:

Quello per Malcom è un affare che si può chiudere sulla base di un prestito con obbligo di riscatto, ma le cifre sono ancora un interrogativo. Per questo, previsti tempi lunghi affinchè l’operazione possa andare in porto, con il rischio che la nuova ala di Spalletti possa rimanere in Francia o addirittura accasarsi in un altro club. Bisogna smussare l’offerta, in quanto i 40 milioni richiesti non possono essere affiancati ad un giovane promettente che ancora deve dimostrare realmente chi è in Europa.

La stretta per Politano:

Per Politano, la stretta finale potrebbe avvicinarsi: l’Inter ha messo sul piatto Eder durante l’incontro avuto con il Sassuolo giovedì scorso. Il giocatore italo-brasiliano gradirebbe di più un ritorno alla Sampdoria, ma non si metterà di traverso – qualora Ausilio dovesse trovare l’accordo con gli Emiliani.

Sacrificio Candreva:

Gli occhi puntati su Politano, Malcom e Naingoolan prevedono un sacrificio. Tra tutti i papabili il nome che potrebbe dare l’opportunità all’Inter di autofinanziarsi è Antonio Candreva. Luciano Spalletti sta pensando bene di dare alla nuova Inter un volto più europeo con gli innesti di nuove ale per il suo 4-2-3-1. A questo progetto Candreva non sarebbe fondamentale, per questo il primo indiziato per un sacrificio è lui.

Informazioni su Gianmarco De Giorgi 1445 Articoli
Fondatore del Magazine sportivo "IL CALCIO 24 ORE"  laureato in scienze motorie all'università Carlo Bò di Urbino. Appassionato di giornalismo sportivo, numeri e statistiche calcistiche.

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.