Inter: Pari contro il Chelsea di Sarri.

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni

L’Inter ha tenuto botta e perso solo dopo i calci di rigori. Spalletti dopo il match: il mercato deve essere completato.

A Nizza l’Inter ieri ha incontrato per l’International cup il Chelsea di Sarri che quest’anno non disputerà la Champions League rispetto ai nerazzurri del tecnico di Certaldo.

Spalletti si ritiene soddisfatto della prestazione della squadra e nonostante una certa lentezza nella manovra e il possesso lasciato agli avversari, è felice perchè la sua formazione ha sempre cercato di costruire la manovra da dietro. Certamente non sempre la squadra è uscita palla al piede ma il tecnico apprezza questo modo di interpretare il gioco, difficilmente la squadra ha buttato via un pallone.

Karamoah subentrato nel 2tp

Spalletti ha iniziato con il 4-4-1-1 prefernedo Politano a Martinez, ma la partenza è stata complicata perchè il modulo più difensivo rispetto al 4-2-3-1 utilizzato finora nel precampionato non ha permesso all’Inter di essere frizzante nelle ripartenze faticando notevolmente nelle uscite con la palla. Con il passare dei minuti le urla di Spalletti hanno fatto breccia nei giocatori migliorando così la prestazione in mediana con Gagliardini e Asamoah.

Parlando di mercato Spalletti dopo il match ha parlato così:

Ci vogliono i ruoli doppi nelle squadre e forse non bastano neppure quelli perchè le stagioni sono lunghe. Quando si hanno 40.000 abbonati è bene dire subito quello che si vuole fare, come stanno le cose. La società ha in testa un piano e bisogna aspettare, vedere se si riesce a metterlo in pratica. Mi sembra chiaro che il mercato sia da completare perchè chi arriva in cima alla serie A ha due formazioni.

In definitiva un Luciano Spalletti contento della sua squadra e di quello che sta facendo, ma allo stesso tempo lancia dei segnali alla dirigenza per il completamento del mercato.

 

Chelsea (4-3-3): Bulka (46′ Caballero); Zappacosta (46′ Azpilicueta), Luiz (65′ Christensen), Ampadu (65′ Rudiger), Alonso (65′ Emerson); Fabregas (46′ Drinkwater), Jorginho, Barkley (46′ Bakayoko); Pedro (65′ Moses), Morata (65′ Abraham), Hudson-Odoi (83′ Piazon). All. Sarri

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, de Vrij (65′ Ranocchia), Skriniar, Dalbert (83′ Zappa); Gagliardini, Asamoah; Emmers (46′ Lautaro), Politano (83′ Salcedo), Candreva (65′ Karamoh); Icardi (65′ Roric). All. Spalletti

Informazioni su Gianmarco De Giorgi 1453 Articoli
Fondatore del Magazine sportivo "IL CALCIO 24 ORE"  laureato in scienze motorie all'università Carlo Bò di Urbino. Appassionato di giornalismo sportivo, numeri e statistiche calcistiche.

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.