Inter: saranno i viola a sacrificarsi per la prima vittoria in casa dei nerazzurri?

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni

Da quando è iniziato il torneo di Serie A l’Inter ancora non ha visto la luce della vittoria davanti ai propri tifosi.

Si spera che la buona tradizione interna dell’Inter contro i viola, negli ultimi cinque incontri interni 4 vittorie e una sola sconfitta, possa rilanciare la squadra di mister Spalletti verso zone più gloriose della classifica di Serie A.

Al momento i nerazzurri con due vittorie in trasferta, un pareggio in casa contro il Torino (2-2) e due sconfitte in casa contro Parma (0-1) e in trasferta a Sassuolo (1-0), si piazza con sette punti dietro i viola che hanno a loro volta dieci punti, frutto di tre vittorie, un pareggio e una sconfitta.

I ragazzi di Pioli ex del match stanno attraversando un bel periodo di forma considerato il gioco espresso in campo. Una formazione quella fiorentina che vede al suo interno giocatori di prospettiva come: Chiesa, Simeone, Pjaca, Gerson, Milenkovic. Infatti è la squadra che insieme all’Udinese ha l’età media più giovane del campionato.

Mister Pioli tecnico dell’Inter prima di Spalletti

Il buon momento dell’Inter deve essere sfruttato al massimo dai ragazzi di mister Spalletti più che altro per dare continuità ai buoni risultati avuti ultimamente in Champions League e in Serie A. A mancare in questi anni è stata appunto la continuità ai nerazzurri, avessero avuto questa fondamentale virtù molto probabilmente parleremo di una squadra che può lottare per lo scudetto.

Invece con i nerazzurri la parola scudetto deve essere bannata nel momento in cui si intravedono dei buoni risultati per il semplice motivo che l‘Inter è pazza. Fa vedere le stelle e illude i propri tifosi con prestazioni da capogiro per poi il turno dopo cadere come una provinciale. Probabilmente per questo viene definita pazza.

La nostra redazione ha stilato un pronostico sul match. Leggi l’articolo.

Informazioni su Gianmarco De Giorgi 1441 Articoli
Fondatore del Magazine sportivo "IL CALCIO 24 ORE"  laureato in scienze motorie all'università Carlo Bò di Urbino. Appassionato di giornalismo sportivo, numeri e statistiche calcistiche.