Lecce: Liverani per il doppio miracolo.

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni
Pronostico Lecce-Spezia Serie B Sabato 11 Maggio

Lecce è una città in fermento, aver ritrovato la serie B dopo anni d’inferno permette ai leccesi di sognare in grande.

Lecce come città è chiamata anche la Firenze del sud. Il barocco sovrano riveste Chiese, capitelli, strade e il bellissimo centro storico salentino.

Il salento con le sue peculiarità si distingue per il mare, per l’entroterra e soprattutto per l’accoglienza che i genuini, gli autentici, i veri e spontanei salentini sanno dare a tutti coloro che arrivano in questa terra per ammirare il paesaggio e la storia leccese.

Una popolazione quella salentina che merita qualcosa in più, calcisticamente parlando. Dopo i fattacci di anni fa, riguardo il gioco scommesse, Lecce ha pagato la sua lunga pena. Anni di serie C direttamente dal paradiso della serie A. Non merita tutto ciò una citta che è espressione di bellezza e finalista come capitale europea della cultura.

Curva Nord

Il campionato di serie C appena vinto ha riacceso nei salentini, tifosi giallorossi, la speranza di poter rivedere i colori sociali del Lecce scendere in campo contro squadre di alto livello. Tante sono le partite memorabili dei giallorossi che hanno permesso alla tifoseria e a tutto il Salento di essere orgogliosi, fieri, di avere un senso si appartenenza per la propria terra ineguagliabile.

Un tifoso quello del Lecce abituato ad altri palcoscenici. Quindici le partecipazioni in serie A dei giallorossi con il miglior piazzamento ottenuto nel 1988/89 con il 9° posto in classifica. Una Rosa quella leccese che in quell’anno contava nomi del calibro di Conte, Moriero, Pasculli (campione del mondo con l’Argentina 1986), Barbas, Nobile, insomma tutti giocatori con un alto profilo professionale.

Pasculli 88/89

Un’altra stagione più recente da ricordare e che ha fruttato il 10° piazzamento in Serie A è la stagione 2003/2004 con in panchina Delio Rossi e con una squadra che contava in rosa: Amelia, Tonetto, Cassetti, Stendardo, Bolano, Giacomazzi, Ledesma, Piangerelli, Bojinov, Chevanton e Vucinic.

In definitiva una storia quella calcistica del Lecce che deve essere di input e forza per la dirigenza, a collocare la società giallorossa nel posto che merita: la Serie A.

La responsabilità di ciò passa anche e soprattutto dal tecnico Fabio Liverani, che ha avuto il merito di vincere il campionato di serie C, il merito di aver tenuto testa nei momenti di difficoltà nella stagione appena conclusa e merito di aver riportato al Via Del Mare migliaia di tifosi che avevano smarrito la strada per lo stadio.

I tifosi sperano in un secondo miracolo. Dovesse succedere il salto in Serie A, mister Liverani verrebbe fatto subito santo da tutto il popolo salentino.

Se desideri partecipare al fantacalcio organizzato dalla redazione ilcalcio24ore.it compila il modulo qui sottostante per avere informazioni in merito.

Informazioni su Gianmarco De Giorgi 1453 Articoli
Fondatore del Magazine sportivo "IL CALCIO 24 ORE"  laureato in scienze motorie all'università Carlo Bò di Urbino. Appassionato di giornalismo sportivo, numeri e statistiche calcistiche.

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.