L’Inter che gli interisti vorrebbero.

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni
Sadio Manè

La società nerazzurra sta facendo il possibile per consegnare a Luciano Spalletti una squadra che possa competere con le grandi in Serie A e in Champions League.

Rivoluzionare l’Inter non è semplice per diversi motivi. Tra fairplay finanziario, poca liquidità nelle casse e in generale una situazione poco brillante del bilancio nerazzurro fanno sì che il mercato debba essere oculato e soprattutto futuristico.

Con il termine futuristico si vuol intendere l’ingaggio di giovani giocatori potenzialmente pronti ad essere grandi campioni, giocatori che sul bilancio possono essere spalmati in più anni ammortizzando la spesa e favorendo sempre la voce plusvalenza nei registri contabili.

Seguendo questo principio ecco gli ingaggi dell’attaccante argentino Lautaro Martinez per 20 milioni di euro dal Racing, il difensore ex Lazio De Vrji acquistato a parametro zero.


Da non dimenticare i possibili obiettivi che potrebbero veramente concretizzarsi in affari reali: Malcom attaccante esterno del Bordeaux valutato dalla società francese 40 milioni di euro. L’Inter ritiene Malcom un profilo adatto al gioco di Spalletti oltretutto è giovanissimo e farebbe parte del ragionamento futuristico della società.

Oltre al brasiliano in ottica possibili affari, sul taccuino di Ausilio c’è un giocatore di 24 anni che ha fatto molto bene in Serie A, però in provincia: Politano.

Insomma un’Inter che vuole migliorarsi sempre di più da quando in panchina siede Luciano Spalletti. Migliorare soprattutto dal punto di vista offensivo arrivando se possibile a quella Roma di Totti e Mancini che proprio Spalletti guidava in panchina.

Certamente sarà molto difficile arrivare a collaudare una formazione come quella, Ausilio però sta sulla buona strada. Aver acquistato gente di esperienza come Asamoah preso a parametro zero dalla Juventus e soprattutto Naingoolan dalla Roma per complessivi 35 milioni di euro, permetterà a Spalletti di adottare il suo 4 2 3 1 con maggiore elasticità avendo una moltitudine di variazioni modulari possibili.



Al nuovo 4231 di mister Spalletti verranno sacrificati degli uomini per autofinanziare il mercato. Due potenziali partenti potrebbero essere Vecino, che sta disputando un ottimo mondiale con la sua nazionale e Antonio Candreva non più imprescendibile per il tecnico di Certaldo.

Le non conferme di Rafinha e Cancelo per motivi economici, non devono destare timore anche perché l’Inter fino adesso sul mercato merita veramente un bel otto in pagella.

L’Inter attualmente:

Ma è proprio questa l’Inter che i tifosi vorrebbero? Noi della redazione ilcalcio24ore.it pensiamo che Ausilio stia molto vicino a creare la formazione ideale per il tifoso nerazzurro.

E’ la fascia destra quella che il tifoso interista vorrebbe cambiare. Non sarebbe male portare a Milano Manè del Liverpool al posto di Candreva e di ricercare un terzino destro migliore di D’Ambrosio. Un altro anche se non giovanissimo da cercare di portare a Milano e’ Dembelè.

L’Inter utopistica.

Informazioni su Gianmarco De Giorgi 1445 Articoli
Fondatore del Magazine sportivo "IL CALCIO 24 ORE"  laureato in scienze motorie all'università Carlo Bò di Urbino. Appassionato di giornalismo sportivo, numeri e statistiche calcistiche.

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.