MAROTTA SE NE VA

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni

La Juve perde pezzi,un pezzo pregiato Beppe Marotta,qualcosa non va?

 

Beppe Marotta lascia la Juve.Un fulmine a ciel sereno dopo la splendida vittoria cntro il Napoli allo Stadium le dichiarazioni del suo addio arrivano in diretta ai microfoni di Sky.

Scelta di Agnelli nell’ottica di un ringiovanimento,l’ad lascia il Cda ed entro la settimana rescinde da dg,otto anni si successi.

 

paratici-marotta-agnelli-nedved
Paratici,Marotta,Agnelli e Nedved in posa

Arrivato alla Juventus nel 2010 dalla Sampdoria,assieme a Paratici e Nedved è stato tra i principali fautori del ciclo di vittorie,alla fine della prima stagione 2010/11 mise a segno colpi del calibro come Andrea Pirlo,Pogba,Tevez, Higuain per ricordare alcuni. Con lui la Juve ha vinto 7 scudetti,4 coppe italia e 3 supercoppe, gli è mancato il successo europeo sfiorato due volte ,nelle finali di Champions perse con il Barca e Real Madrid, 5 giorni fa è stato votato come miglior dirigente sportivo d’ Europa al Word Football Summit un ciclo tuttora in corso quello juventino.

I motivi del divorzio,la ricostruzione

 

 

 

marotta-600x353
Beppe Marotta,ex ad bianconero

Il 25 Ottobre decade dunque da amministratore rescindendo cosi da direttore generale, i motivi del divorzio non sono ancora chiari ma secondo alcuni rumors e ipotesi disparate pare che Marotta non voleva l’acquisto di CR7,c’è chi afferma invece della gelosia tra Fabio Paratici e Andrea Agnelli,alcuni affermano di uno scontro avvenuto tra quest ultimo per la gestione di alcune vicende di mercato legate alla cessione di Higuain,ipotesi smentite nella serata di ieri dallo stesso presidente in un’intervista.Qualcosa di sicuro è successo tra le parti e il divorzio in corso di campionato non porterà benefici alla squadra.

Pieno potere nelle mani di Paratici e Nedved nella gestione sportiva per l’ex pallone d’oro e nelle trattative per Fabio Paratici ma ci vorrà una figura a sostituire il mal capitato Marotta,si parla di Michele Uva ex dirigente della Federcalcio e di Maurizio Arrivabene, attualmente impegnato in Formula 1 una terza ipotesi porta a Zidane,ipotesi e non certezze che galleggiano dopo il fulmine a ciel sereno annunciato dall’ex ad bianconero Marotta.