L’imprenditore italo-americano è pronto prelevare il club rossonero, la famiglia Richetts però sarebbe pronta a rilanciare una nuova offerta. Si parla anche di una terza offerta proveniente dall’Asia, anche se ancora non si sa nulla

Il futuro societario del Milan potrebbe presto arrivare ad una svolta definitiva, con l’imprenditore italo-americano, Rocco Commisso, il quale ha dato un ultimatum al presidente rossonero, Yonghong Li, per prelevare il club. L’imprenditore di origini calabresi, vuole chiudere la trattativa in tempi brevi senza partecipare a nessuna asta, avendo già presentato un’offerta da 500 milioni più una parte destinata al debito con Elliott.

C’è interesse da parte di tutti chiudere questa trattativa, in modo da garantire un futuro più stabile al Milan e dare dei segnali importanti alla Uefa che tra oggi e domani dovrebbe dare la sentenza sulla partecipazione o meno dei rossoneri alle prossime coppe europee. La trattativa tra Rocco Commisso e la proprietà cinese capitanata da Li, sembra essere ad uno stato avanzato, secondo però alcune indiscrezioni non è ancora del tutto fuori dai giochi la famiglia Richetts, anche lei interessata all’acquisto del Milan e pronta a rilanciare una nuova offerta per avere la meglio sull’italo americano.

Si parla anche di una terza offerta proveniente dall’Asia, ma al momento è top secret, stando ai fatti attuali riscontrati, è Commisso quello vicino all’acquisizione del club rossonero, anche se da qui alle prossime ore potrebbe ancora succedere di tutto.