Milan, gli americani tentano la scalata

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni

GATTUSO VERSO L’ESONERO, UN ALLENATORE BIG AL SUO POSTO

C’è un altro soggetto americano in corsa, i proprietari dei Chicago Cubs provano a scavalcare la concorrenza.

Mr Li non versa i 32 milioni e avvia la strategia d’uscita. Non versando i 32 milioni di aumento di capitale entro venerdì sera, Yonghong Li ha fatto il primo passo verso l’uscita dal Milan. E contemporaneamente Thomas Ricketts ne ha fatto uno avanti, confermando le indiscrezioni che volevano l’imprenditore Usa interessato al Milan.

La trattativa è in fase molto avanzata, la due diligence sui conti del club è già stata avviata da tempo, l’intenzione della famiglia è quella di diventare «il prossimo proprietario del Milan». Questo significa una sola cosa: che gli americani, affiancati da Morgan Stanley, vogliono la maggioranza. Resta da capire se la otterranno subito o, come vorrebbe Li, salendo progressivamente.

In caso l’affare vada in porto, gli americani hanno in mente una vera e propria rivoluzione tecnica. Sono a rischio Fassone e Mirabelli che potrebbero essere sollevati dai rispettivi incarichi e soprattutto mister Gattuso. Infatti la nuova società a stelle e striscie si vuole presentare agli occhi del mondo puntando su un nome di sicuro affidamento e di grande appeal, il suo nome è Antonio Conte.

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.