Mihajlovic ritorno al passato

Alle 18:00 a San Siro andrà di scena l’Inter che vedrà contro il Bologna del neoassunto tecnico Mihajlovic. È un ritorno quello di Sinisa sulla panchina emiliana; un ritorno che secondo la dirigenza rossoblu potrebbe dare la spinta giusta per il cambio di prestazioni fino adesso negative.

Spalletti e i suoi fantasmi

Qualcuno non sarà d’accordo sentire parlare di fantasmi che potrebbero inquietare timore e paura al mister toscano; è necessario però parlare in questi termini considerato il momento poco positivo della squadra; il gioco latita come latitano i goal. Icardi non segna su azione da tre mesi, Perisic sembra un bimbo alle prese con dei capricci esistenziali, Lautaro quando utilizzato incide poco per non parlare di Naingoolan; appunto un fantasma.

La formazione di oggi

Dal primo minuto dovrebbe debuttare sulla fascia destra Cédric Soares con Miranda al posto dell’infortunato De Vrij; Skriniar a supporto e Asamoah sulla fascia sinistra.

Sulla linea mediana sembra che a far posto a Naingoolan non sia Joao Mario ma Vecino; Brozovic in cabina di regia a provare di innestare Perisic e Candreva sulle corsie laterali offensive. Punta centrale Icardi.

La Classifica

La classifica parla da se; la Juve anche se ha pareggiato in casa contro il Parma è sempre a +9 dal Napoli; se l’Inter non vorrà trovarsi in piena bagarre per la Champions League deve assolutamente vincere contro il Bologna. Un Milan sempre più affiatato si trova a 5 punti di distanza con Roma e Sampdoria rispettivamente a 6 e 7 lunghezze.

È molto importante per i nerazzurri fare punti ed evitare di perdere preziose vittorie con il rischio di affossare nel limbo dell’Europa League.