Comincia a prendere forma il nuovo Acr, che ha annunciato la sua nuova guida tecnica e l’ingaggio dei primi due atleti.

Il direttore sportivo Antonio Obbedio, dopo aver sondato alcuni nomi, tra cui Favarin e Lopez che avevano lavorato con lui nelle precedenti esperienze, ha deciso di affidare la squadra a Michele Cazzaro’. Si tratta di un giovane tecnico che ha legato la sua carriera alla squadra della sua citta’, il Taranto, con il quale ha concluso il campionato per ben due volte in seconda posizione, arrivando fino alle semifinali dei Play-off.

Si tratta di un tecnico giovane e motivato, e che conosce bene la categoria. Una persona grintosa e determinata che arriva al momento giusto, in una squadra che deve assolutamente rilanciarsi, dopo due annate negative. La societa’ e ai ferri corti con la tifoseria, che non e’ contenta dei risultati ottenuti fino ad ora.

Con il tecnico tarantino, sono anche stati annunciati i primi due rinforzi della squadra biancoscudata, si tratta di Alessandro Fragapane e di Antonio Crucitti.

Il primo e’ un terzino sinistro, che si puo’ anche adattare come centrale difensivo, che proviene dal Citta di Messina, con la quale ha sempre giocato dall’eta’ di 18 anni, eccetto una parentesi con l’Igea Virtus. Giovane acquisto, ma con tanta esperienza accumultata in queste categorie, e che corona il sogno di giocare nella squadra di cui e’ stato sempre tifoso.

Il secondo invece e’ un fantasista che nell’ultima stagione ha giocato nella Cittanovese, dove ha realizzato 21 gol in 27 partite. Si tratta di un top player per la categoria, vista anche la sua confidenza con il gol. Un buon acquisto mirato ad alzare il tasso tecnico della rosa della squadra.

Insieme a questi due nuovi acquisti la nuova Acr potrebbe essere formata da alcuni under del vecchio Camaro, che hanno fatto bene nella scorsa stagione di Eccellenza e che a livello giovanile sono arrivati in tutte le fasi finali dei campionati giovanili. Il tecnico Cazzaro’ valutera’ loro nel ritiro di Fiuggi.

Infine potrebbero raggiungere Messina il difensore Bruno, che ha gia’ indossato la maglia dell’Acr due anni con Giacomo Modica in panchina, e Catalano che potrebbe essere riconfermato dopo la buona stagione fatta quest’anno, si tratterebbe di una gradita conferma per un giocatore amato dalla tifoseria, che la ha addirittura associato all’omonimo Beppe che negli anni 80′ fece impazzire la tifoseria messinese con le sue giocate.