Il big match della 30′ giornata di Premier League ha messo di fronte Arsenal e Manchester United. Una delle classiche della Premier League che quest’ann mette in palio punti preziosi per la qualificazione alla fase finale della Champions League.

Allo stadio Emirates si presentano due squadre con due animi diversi, i padroni di casa un po’ giu’ di tono dopo aver subito la sconfitta in Europa League da parte del Rennes, mentre il Manchester United e’ gasato per l’insperata qualificazione ottenuta al parco dei principi, grazie a un rigore di Rashford nei minuti finali che ha regalato i quarti di finale.

Ma in campo oggi si vede un Arsenal che parte aggressivo, decisamente un’altra squadra rispetto a quella vista in Francia, che trova il vantaggio al 12′ minuto grazie a un tiro da fuori area di Xhaka che beffa De Gea con il pallone che cambia traiettoria all’ultimo minuto, e non lascia scampo al portiere spagnolo.

Lo United reagisce ad ogni colpo di un Arsenal aggressivo, ma trova un Leno in giornata che salva il risultato in tre occasioni, e due legni colpiti da Lukaku e Fred.

Arsenal che va vicino al raddoppio in due occasioni, entrambe con Lacazette che in entrambi i casi manda la palla fuori di poco.

Il Secondo tempo vede un Manchester stanco, che non crea grossi pericoli, e un Arsenal sempre aggressivo e determinato che va alla ricerca del raddoppio. Raddoppio che trova al 69′, grazie a un rigore concesso per fallo di Fred su Lacazette. Aubameyang si ripresenta dal dischetto dopo aver fallitto il rigore sabato scorso a Tottenham, ma questa volta non si fa ipnotizzare e spiazza De Gea per il gol del raddoppio dei Gunners.

I Gunners vanno anche vicino al terzo gol, con un instancabile Lacazette, vera e propria spina nel fianco della difesa dello United, che da buona posizione non inquadra di poco la porta.

L’Arsenal vince 2-0, e oltre a regalare la prima sconfitta allo United della gestione Solskyaker, lo sorpassa in classifica e si si assesta al quarto posto in piena zona Champions e a un punto dal Tottenham che ieri e’ stato sconfitto dal Southampton.

Bellissimo lavoro di Emery che ha saputo ricaricare per bene l’ambiente reduce da una bruciante sconfitta in Europa League, e tiene vive e speranza per alla sua squadra di potersi finalmente qualificare per la Champions League, competizione che manca ai Gunners da piu’ di due stagioni.