Il Big match della terza giornata della Premier League, ha messo di fronte il Liverpool e l’Arsenal, entrambe che occupano il primo posto in condominio.

Una partita che ha visto un primo tempo giocato alla pari, con il Liverpool che ha sofferto il gioco dell’Arsenal e la pressione del centrocampo e dell’attacco dei “Gunners” che hanno messo in difficolta’ la difesa dei Reds.

Infatti le piu’ grandi occasioni capitano nei piedi dei giocatori dell’Arsenal; la prima con Aubamejang che dopo aver raccolto un rilancio sbagliato di Adrian che era pressato da Pepe, che tenta un pallonetto a giro con la palla che termina di poco a lato. Ma a salire sugli scudi e’ il nuovo acquisto Pepe che ha messo davvero a dura prova la solida difesa del Liverpool, andando vicino al gol due volte; la prima aggirando Van Dijk con una finta, e con un tiro a giro che termina di poco a lato. La seconda quando con un cambio di passo mette a sedere Robertson, ma una volta davanti ad Adrian tira malamente e centralmente e il portiere del Liverpool respinge sui piedi. Un impatto davvero importante per l’esterno francese che ha messo in apprensione l’intera squadra del Liverpool; se diventa piu’ freddo sotto porta siamo davanti al nuovo Thierry Henry; il modo di giocare e’ molto simile a quello dell’ex leggenda dei Gunners.

Un Liverpool molto frastornato, che pero’ trova il gol del vantaggio in maniera fortunosa, quando al 41′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo Matip salta di testa e batte Leno. Un gol che scatena le proteste dei Gunners, perche’ Matip si sarebbe appoggiato su Guendozi in maniera fallosa.

Liverpool che trova il gol del raddoppio all’inizio del secondo tempo, quando l’arbitro concede un rigore abbastanza generoso  al Liverpool, per una leggera trattenuta di David Luiz su Salah. Una decisione molto fiscale del direttore di gara che nel seguito della gara non ne concede uno simile a Lacazette.

Salah si incarica della massima punizione e con un tiro sotto il sette batte Leno e porta a due le marcature per i Reds. L’egiziano poi al 57′ segnera’ il terzo gol con un azione personale terminata con un tiro a giro che soprende Leno.

L’Arsenal nonostante il 3-0, non smette di giocare e cerca di riaprire la partita. All’82’ Lacazette reclama un rigore per un tocca ricevuto da un difensore del Liverpool, l’arbitro questa volta lascia proseguire non chiedendo nemmeno l’aiuto del Var.

L’Arsenal trova il gol della bandiera all’85’ grazie a un diagonale di Torreira, che dall’interno dell’area fulmina Adrian.

l’Arsenal sfiora anche il 3-2 con una punizione insidiosa di David Luiz, che termina di poco alta sopra la traversa.

Vittoria sofferta per il Liverpool, che grazie a un po’ di fortuna porta a casa i tre punti e balza i testa alla classifica. Arsenal che non ha nulla da rimproverarsi, se non il fatto che avrebbe dovuto essere piu’ incisivo quando sullo 0-0 ha avuto le occasioni per passare in vantaggio. Ma alla fine si e’ vista una squadra molto piu’ quadrata rispetto allo scorso anno, e che potra’ dire la sua nella lotta alla Champions.