Il tabellone delle qualificazioni europee, oggi ha messo di fronte una sfida classica, Germania – Olanda. Due squadre che i sorteggi hanno voluto nello stesso girone, a contendersi la qualificazione alla fase finale.

Per gli olandesi si trattava quasi di una partita da dentro o fuori, perche’ una sconfitta avrebbe potuto metterli a rischio qualificazione nonostante due partite in meno da recuperare.

Mentre la Germania cercava la vittoria per poter agganciare l’Irlanda del Nord, che domina il girone a punteggio pieno.

La partita di oggi vede prevalere l’Olanda, che batte la Germania per 4-2.

E’ stata una partita in bilico fino all’ultimo, anche se alla fine ha prevalso di piu’ la voglia quasi da “ultima spiaggia” degli olandesi, che hanno ottenuto la vittoria con due gol negli ultimi dieci minuti della partita.

A passare per prima in vantaggio e’ la Germania, grazie a un gol di Gnabry al 9′ che dall’interno dell’area, lascia partire un tiro a giro che non lascia scampo al portiere olandese.

Il pareggio degli olandesi arriva nel secondo tempo grazie a Babel che appoggia in porta un cross di De Jong.

Olandesi che trovano il vantaggio subito dopo, grazie a una pregevole rete di Tah, che mette all’incrocio con un tiro al volo.

La Germania trova il pareggio al 73′ su un rigore concesso per fallo su Gnabry. Kroos si incarica della massina punizione e con un tiro preciso all’angolino segna spiazzando il portiere.

Ma non c’e’ il tempo di allacciarsi le scarpe che l’Olanda si riporta in vantaggio, grazie a un gol di Malen che segna raccogliendo un assist di Wijnaldum.

Il centrocampista del Liverpool si rendera’ protagonista al 90′ quando mettera’ in ghiaccio la vittoria, quando dopo aver ricevuto un cross di depay, mette la palla alle spalle di Neuer.

Importante vittoria degli “Orange”, che si portanno a tre punti dalla Germania, che potrebbero gia’ agganciare nel prossimo turno.