Oggi si e’ giocata la settima giornata delle qualificazioni alla fase finale degli Europei del 2020.

A Sofia sono scese in campo la Bulgaria e l’Inghilterra; la Bulgaria non ha piu’ niente da chiedere essendo gia’ fuori dai giochi qualificazione, mentre l’Inghilterra vuole rifarsi dopo la sconfitta di Praga, e vuole vincere per riprendere il primo posto.

La partita e’ stata vinta dall’Inghilterra per 6-0, ma non e’ per questo che la partita verra’ ricordata. Infatti come riporta la nostra immagine in evidenza, riportando la copertina del Daily Telegraph,, la partita e’ stata sospesa per ben due volte, e in entrambi i casi per offese razziste.

La prima volta e’ stata sospesa dopo 28 minuti, perche’ i supporters bulgari per tutto il tempo che si e’ giocato hanno urlato ululati razzisti verso i giocatori di pelle nera dell’Inghilterra Sterling e Mings. I ripetuti ululati razzisti, hanno spinto il capitano Kane, a chiedere all’arbitro di fermare la partita; decisione presa secondo le norme del protocollo, che vorrebbero che il capitano della squadra vittima di cori razzisti, chieda all’arbitro un’ immediata sospensione.

Nonostante la prima interuzzione, alla ripresa del gioco i cori razzisti da parte dei bulgari sono ripresi a volume ancora piu’ alto, tantoche’ il tecnico Southgate e’ andato a parlare con il quarto uomo, al fine di chiedere all’arbitro un altra sospensione, per cercare di calmare gli animi altamente tesi. Fortunatamente dopo la seconda sospensione la partita e’ ripresa regolarmente.

Le reti della partita sono state segnate da Rashford, Barkley (autore di una doppietta), Sterling (autore di una doppietta) e Kane.

Alla fine della partita la FA ha rilasciato un duro comunicato nel quale ha detto che preso nota dei continui insulti razzisti verso i giocatori della nazionale dei tre leoni, chiedera’ all’Uefa delle indagini immediate per scoprire le cause di questo ingiustificabile comportamento da parte dei tifosi avversari.