Ronaldo alla Juve: Per la squadra o per il fatturato?

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni

Il piano strategico della Juventus per arrivare all’industria vivente di Cristiano Ronaldo è fatta di cessioni eccellenti, aumento dei ricavi, nuovi accordi con gli sponsor e un grandissimo aiuto dalla Holding di famiglia, Exor.

La pazza idea di Cristiano Ronaldo alla Juventus si dice provenga da Paratici dopo aver sentito pronunciare da CR7, dopo la finale di Kiev con la terza Champions vinta di fila,  <è stato bello giocare per il Real Madrid>.

Ronaldo a Kiev con la Champions vinta

Una frase che ha scatenato emozioni, sensazioni di fantamercato all’interno della dirigenza bianconera. Sensazioni che con il passare dei giorni si sono dimostrate realtà, perchè CR7 può arrivare in bianconero grazie ad una mostruosa capacità imprenditoriale della famiglia Agnelli.

Il piano che porterebbe Ronaldo alla corte di Massimiliano Allegri è semplice nelle parole ma anche nei fatti. Partiamo dal presupposto che la società Juventus è quotata in borsa, questo ha permesso già solo con la notizia di un possibile trasferimento del portoghese in bianconero di far schizzare alle stelle le azioni del club permettendo una capitalizzazione da 619 milioni di euro a 850 milioni di euro.

Possiamo dire che un eventuale costo del cartellino di 100 milioni di euro sarebbe già rientrato con questa capitalizzazione in borsa.

Un secondo aspetto importante nel piano di acquisto di CR7 sono le plusvalenze derivanti da Higuain e Rugani. La  cessione del Pipita e del difensore italiano al Chelsea farebbe risparmiare alla società 56 milioni di euro lordi in stipendi e far entare nelle casse bianconere 100 milioni di euro dalla loro vendita.

Terzo aspetto, il più importante tra tutti, è l’aiuto della Holding della famiglia Agnelli e cioè la Exor. L’aiuto consisterebbe soprattutto nella copertura dell’elevato ingaggio del giocatore portoghese (si parla di una copertura maggiore del 50% dell’ingaggio). La richiesta del suo agente Mendes è di 30 milioni di euro. La differenza con l’ingaggio attualmente più elevato della Juventus, che sarebbe quello di Dybala e Higuain a 7.5 milioni di euro, sarà di 22.5 milioni di euro. Questo per far capire veramente quale voragine di stipendi si verrà a creare all’interno dello spogliatoio bianconero.

Un aspetto questo che sembra non interessare molto alla dirigenza, perchè alla fine Cristiano Ronaldo è un marziano non solo per il pubblico ma anche per loro. Un marziano da pagare e strapagare.

Intendiamoci, un extraterrestre non solo nel calcio giocato ma anche e soprattutto fuori il mondo del calcio. Nel 2015 l’agenzia che si occupa dei conti del fuoriclasse ha divulgato il suo 730, da ciò ne è derivato che CR7 è una vera industria vivente. Fattura quanto un top club europeo. Il suo fatturato nel 2015 è stato di 204 milioni di euro, fatturato che sicuramente è andato ad aumentare fino ad oggi.

Una domanda mi pongo:

Ma l’acquisto di Cristiano Ronaldo, considerata l’età non giovanissima 33 anni, è fatto per rinforzare la squadra e vincere questa benedetta Champions League oppure è fatto solo ed esclusivamente per aumetare il fatturato Juve?

A voi giudicare…

 

 

Informazioni su Gianmarco De Giorgi 1440 Articoli
Fondatore del Magazine sportivo "IL CALCIO 24 ORE"  laureato in scienze motorie all'università Carlo Bò di Urbino. Appassionato di giornalismo sportivo, numeri e statistiche calcistiche.

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.