Serie A 2018/19: preview della 4a giornata

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni
Presentazione giornata Serie A Tim 2018/19

Dopo la pausa nazionali, con l’Italia protagonista con il pareggio contro la Polonia e la sconfitta contro il Portogallo, finalmente riprende la Serie A 2018/19. Si approda alla quarta giornata, con la Juventus unica capolista a punteggio pieno e che si sfida con il Sassuolo secondo in classifica: il big match di giornata è sicuramente Napoli-Fiorentina, con gli stessi punti, con i partenopei reduci dalla batosta contro la Sampdoria, contro cui devono giocare gli uomini di Stefano Pioli per recuperare la prima giornata di campionato per via della tragedia del Ponte Morandi. Inoltre, ritorna il match delle 12,30, con la Roma protagonista con il Chievo: ci saranno ulteriori sorprese?

QUARTA GIORNATA
SABATO 15 SETTEMBRE 2018

ORE 15,00
INTER-PARMA

Si torna a San Siro, con un match che fino a 10 anni fa era tra due nobili del calcio italiano: il Biscione finalmente ha trovato il primo squillo a Bologna, vincendo 3-0, dopo essersi fatto recuperato avanti 2-0 con il Torino e aver perso incredibilmente a Sassuolo. Per i crociati invece appena un punto su 3 sfide: dopo essersi fatti rimontare dall’Udinese, le partite contro Spal e Juventus hanno evidenziato importanti limiti tattici.

ORE 18
NAPOLI-FIORENTINA

Big match al San Paolo, che grida vendetta dopo il pareggio per 0-0 dello scorso anno e il 3-0 fatale del ritorno che consegnò il tricolore alla Juventus: entrambe le squadre sono a quota 6 punti, mentre il Napoli ha vinto in rimonta sia con la Lazio che con il Milan, ma perso 3-0 a Genova con la Sampdoria, perdendo senza idee, mentre la Viola ha schiantato 6-1 il Chievo e vinto 1-0 l’Udinese. Il 19 settembre, nella serata di Champions, la squadra di Pioli sfiderà proprio la Doria. Rivincita in vista?

ORE 20,30
FROSINONE-SAMPDORIA

Grande match nella Ciociaria: il Frosinone ha guadagnato appena 1 punto sin qui, ma dopo la batosta per 4-0 di Bergamo, ha pareggiato a reti bianche con il Bologna e preso solo un gol contro la Lazio. I blucerchiati invece devono trovare la propria identità dopo la brutta sconfitta di Udine ma anche l’incredibile cinismo mostrato contro il Napoli: gli uomini di Giampaolo daranno una svolta alla stagione prima di recuperare il primo turno contro la Fiorentina.

DOMENICA 16 SETTEMBRE 2018
ORE 12,30
ROMA-CHIEVO VERONA

Ritorna il match della mezza: allo Stadio Olimpico c’è Roma-ChievoVerona. Chi vincerà? La squadra di Eusebio Di Francesco ha vinto all’ultimo con il Toirino, poi c’è stato il pirotecnico 3-3 con l’Atalanta prima di essere messa sotto dal Milan nei minuti finali. La tifoseria contesta la dirigenza; le due parti sembrano distaccate, ne approfitterà la squadra gialloblu? I veronesi hanno fin qui sempre dato prova di grande carattere, anche se la batosta di un set di Firenze non può essere dimenticata: si riparte dal pareggio di Empoli a rete bianche.

ORE 15,00
UDINESE-TORINO

Un anno fa il gallo Belotti segnava in mezza rovesciata nel 2-3 di Udine: come finirà questa volta? Contro ci sono due squadre con gli stessi punti, un gioco in contropiede e ancora qualche incognita: Velazquez sta sorprendendo tutti, riuscendo a rimontare a Parma, vincendo con la Samp e perdendo a Firenze solo 1-0. Contro, la squadra di Mazzarri, che ha risposto bene alle delusione e agli ostacoli: la beffa di Dzeko è solo un ricordo, la rimonta milanese e la vittoria sotto il diluvio con la Spal sono gli spunti per guadagnare l’Europa League.

JUVENTUS-SASSUOLO

All’Allianz Stadium tutti attendono il primo gol in Italia di Cristiano Ronaldo, da 6,5 nelle vittorie di Verona e con la Lazio e pessimo, come tutta la Juventus, a Parma: il portoghese si è allenato a Torino, respingendo la convocazione in nazionale contro la “sua” Italia. Contro il Sassuolo diede spettacolo Gonzalo Higuain tre anni fa, l’anno scorso Paulo Dybala con tre gol: chi sarà il prossimo? I neroverdi hanno raccolto 7 punti, al momento sono secondi dietro al Juventus capolista a punteggio pieno: la vittoria sull’Inter, il pareggio di carattere di Cagliari e il pokerissimo al Genoa hanno permesso a tutti di elogiare i giovani e il lavoro di De Zerbi. Riusciranno a scongiurare un altro 7-0 come l’anno scorso?

GENOA-BOLOGNA

A Marassi c’è già uno scontro salvezza, soprattutto per quanto concerne le panchine: i padroni di casa, hanno saltato la prima con il Milan per la tragedia Morandi, dunque hanno vinto 2-0 con l’Empoli senza dargli opportunità di segnare, quindi il 5-3 dubbioso di Reggio Emilia. Davide Ballardini deve comunque allarmarsi, ma mai quanto il tecnico avversario: 1 punto in tre partite, 0 gol fatti, sconfitte con Spal e Inter e pareggio a Frosinone. E quest’anno Palacio forse non ci sarà…

ORE 18,00
EMPOLI-LAZIO

Al Castellani, primo posticipo domenicale: l’Empoli a quota 4 punti contro la Lazio ancora ferma a 3 e impotente con le big Juventus e Napoli. I toscani hanno guadagnato i 3 punti in casa a Cagliari all’esordio, poi sconfitta con stesso punteggio a Genova, dunque il pareggio a reti bianche di Verona: contro i biancocelesti, deludenti anche nel derby con il Frosinone dopo le sconfitte d’esordio. Chi darà seguito ai buoni risultati?

ORE 20,30
CAGLIARI-MILAN

Il Cagliari torna a giocare in casa, ma ora ben più positivo: sconfitto all’esordio ad Empoli, si è fatta poi rimontare dal Sassuolo, salvo poi far sollevare di nuovo le ambizioni contro la demotivata Atalanta. Dunque, ecco il Diavolo: sconfitto dal Napoli, anzi travolto, la vittoria da grande squadra contro la Roma lascia ben sperare. Spettacolo in Sardegna?

LUNEDI’ 17 SETTEMBRE 2018
ORE 20,30
SPAL-ATALANTA

L’anno scorso estensi e bergamaschi si fermarono a vicenda sull’1-1: sarà la stessa storia? La Spal è partita alla grande con Bologna e Parma nei derby emiliani, perdendo 1-0 a Torino: gli uomini del Gasp, dopo una partenza da grande squadra, sono stati fermati da Barella. Dimenticheranno Copenaghen?

Informazioni su Mattia Esposito 120 Articoli
Giornalista sognatore che ama lo sport, dal tennis al calcio, passando per i motori: scrivere per la Storia