Serie A: Ancelotti, buona la prima. Napoli batte Lazio 2-1

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni

Buona la prima per Carlo Ancelotti, tornato in Italia dopo 9 anni: il Napoli batte 2-1 all’Olimpico la Lazio di Simone Inzaghi, e raggiunge in vetta la Juventus, vittoriosa al Bentegodi per 3-2 contro il Chievoverona. I partenopei trionfano in rimonta grazie alle reti di Milik e Insigne, in risposta al gol del capocannoniere della scorsa stagione Ciro Immobile, che si è divorato anche un gol clamoroso davanti la porta: da segnalare anche una rete annullata in fuorigioco proprio da parte del polacco. La squadra di Aurelio De Laurentiis vince contro ogni pronostico e ogni critica inerenti ad un deludente mercato, a partire dal portiere, oggi in porta Karnezis, sufficiente ma sicuramente non affidabile come i colleghi. Buon passo verso il tour de force con le big per il Napoli, che vince da grande squadra contro la Lazio soffrendo vincendo in contropiede. Simone Inzaghi ritrova la squadra dell’anno scorso, priva di Felipe Anderson e Stefan De Vrji, ha comunque giocato una gran partita, perdendo solo di fronte al talento partenopeo: bisogna ripartire dalle certezze, come Immobile e il nuovo 10 Luis Alberto, e i nuovi come Acerbi e Correa.

CRONACA- I primi 20 minuti del match sono un autentico dominio della Lazio, che si avvicina alla rete nei primi minuti con Acerbi e Luis Alberto, segnando un gran gol con Immobile, bravo ad arginare e “mandare al bar” tre difensori azzurri, siglando per il terzo anno di fila il primo gol dell’anno laziale. Il Napoli ci prova con Zieliniski e Insigne, con il polacco che prende la traversa: l’altro biancorosso, Milik, segna, ma il gol viene annullato per fallo di Koulibaly. Poco dopo, il 99 azzurro segna su assist di Callejon lanciato dal solito Insigne.

La ripresa comincia subito con un’occasione per Milik, poi Immobile si divora un gol a due passi: proprio il Napoli, passa in vantaggio con un piazzato a giro di Insigne che lascia di stucco Strakosha. Proprio il folletto azzurro esce per una botta, quindi Acerbi colpisce il palo: Milik non riesce a chiudere la gara, conclusa comunque 2-1 per la troupe di Ancelotti.

Informazioni su Mattia Esposito 120 Articoli
Giornalista sognatore che ama lo sport, dal tennis al calcio, passando per i motori: scrivere per la Storia

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.