Il Napoli chiude l’ultima al San Paolo vincendo 4-1 contro l’Inter grazie alle reti di Zielinski, Mertens che raggiunge Attila Sallustro a 108 gol e la doppietta di Fabian Ruiz. Di Icardi il gol della bandiera su rigore per i suoi. I partenopei dominano il match pur divorandosi dozzine di palle gol, quindi accorcia in classifica sulla Juventus a -11 per provare a rendere meno pesante il gap. Per i nerazzurri qualificazione in Champions League ancora a rischio, con appena 1 punto sul Milan e 3 sulla Roma, essendo a pari punti con l’Atalanta, che ha pareggiato 1-1 contro la Juventus. Spalletti rischia di non essere sulla panchina del Biscione l’anno prossimo, soprattutto dopo questa prestazione: chi vincerà la lotta Europa?

PRIMO TEMPO- Nei primi minuti c’è subito un botta e risposta tra le due compagini con i tiri da fuori di Mertens e Nainggolan; nel mentre, Koulibaly si fa ammonire ma essendo diffidato salta l’ultima giornata. Milik dal limite fa la barba alla traversa.
I partenopei ci provano maggiormente e Zielinski con un doppio passo va via alla marcatura e piazza il bolide del vantaggio. Perisic prova l’immediato pareggio ma il tiro è fuori di poco: il Napoli però ci prova a più riprese. Contropiedi in serie, ma mal sprecati da parte di Mertens e Ghoulam. Karnezis interviene con i piedi sul tiro di Lautaro dopo aver lasciato sul posto Koulibaly.
Milik come spesso accade spreca tutto solo per ben due volte davanti ad Handanovic non chiudendo la pratica e lasciando tutto aperto per la seconda frazione.

SECONDO TEMPO- L’ingresso in campo di Icardi non porta in dote grandi occasioni: l’unica, non la sfrutta Martinez. Così come Mertens, che non riesce a servire Milik. Ma proprio il belga, si supera ancora e segna di testa il raddoppio: sono 108 i gol in azzurro. Quindi l’Inter ha due chance di fila: prima D’Ambrosio manca il pallone su assist di Vecino di petto, quindi ancora Lautaro che si vede murare la chance di 2-1 da Koulibaly.
L’argentino è l’unico che ci prova e dopo il tris di Fabian Ruiz a porta sguarnita, prende anche la traversa. L’ennesimo contropiede sprecato però porta alla sassata di Fabian Ruiz che sigla la doppietta piegando le mani allo sloveno. Icardi segna su rigore ma nel finale il Napoli è protagonista con la standing ovation per Koulibaly e l’azione di Insigne.

TABELLINO
NAPOLI-INTER 1-0 (16′ Zielinski)

FORMAZIONI
NAPOLI (4-4-2): Karnezis; Malcuit, Raúl Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, Zielinski, Fabian Ruiz; Mertens (dal 80′ Younes), Milik (dal 76′ Insigne).

A disposizione: Meret, Piai, Luperto, Maksimović, Mário Rui, Hysaj, Verdi. All. Ancelotti.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Skriniar, Asamoah; Gagliardini (dal 58′ Vecino), Brozović; Politano (dal 46′ Icardi), Nainggolan, Perisić (dal 80′ Candreva); Lautaro Martínez.

A disposizione: Padelli, Borja Valero, Dalbert, João Mário, Cédric Soares, Ranocchia, Keita Baldé. All. Luciano Spalletti