Serie A, Napoli 1-0 Fiorentina: Insigne, anche da infortunato, si conferma bestia nera

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni
Lorenzo Insigne

Il Napoli batte anche la Fiorentina e sale a quota 9 punti! Dopo la sonora sconfitta subita a Genova con la Sampdoria per 3-0, gli uomini di Carlo Ancelotti si riprendono, portano a casa un’altra vittoria contro una big, o presunta tale, e firmando il primo clean sheet stagionale.
Il gol partita è del match winner e migliore in campo Lorenzo Insigne, sugli scudi sin dall’inizio, sfiorando a più riprese la rete, prima della magia nello stretto prima dell’infortunio: salterà la sfida di Champions League? Intanto, il tecnico di Reggiolo già se lo coccola, dato che ha firmato il secondo gol stagionale, il sesto alla Viola, sua seconda vittima preferita dopo il Milan.
Oggi i padroni di casa hanno dominato, e convinto per la prima volta dal punto di vista del gioco, ma bisognerà segnare maggiormente in futuro: è ancora il Napoli l’anti-Juve. Per la Fiorentina invece si tratta di un passo indietro, soprattutto per l’atteggiamento in campo dopo le vittorie su Udinese e Chievo: si riprenderà?

CRONACA
PRIMO TEMPO- I primi minuti sono di marca partenopea, con tanto possesso e la prima vera occasione di Allan: le fasi di studio sono molto rapide, infatti Mertens viene fermato prima su un cross basso, poi messo giù da Milenkovic, ma per Fabbri è tutto regolare. La Viola subisce le folate del Napoli, riuscendo a tirare soltanto con Eysseric nei primi 20′, ma è Insigne che fa tremare Dragowski, ben due volte, con un destro e pallonetto, non andati a buon fine.
Anche Zielinski viene atterrato da Pezzella, ma la circostanza è più netta del precedente episodio: la Fiorentina conclude la prima frazione con appena due occasioni di Benassi e Chiesa, mentre i padroni di casa dominano la gara, in cui manca solo il vantaggio, sfiorato ancora nel finale, questa volta da Callejon.

SECONDO TEMPO-  La partita attendista e di fase di studio della squadra ospite procede, ed il folletto napoletano, che segnato 5 volte in carriera ai toscani, sfiora a più riprese il gol: prima su punizione, poi un tiro-cross e dunque con un grande tiro sul palo del portiere polacco. Entrato Milik per Mertens, mai pericoloso come il sottotono Hamsik, è Eysseric a creare, finalmente, l’unica palla gol in 20′ di secondo tempo: il colpo di testa va fuori.
Dopo un grande scatto, Chiesa mette in mezzo, ma la difesa è attenta: al 70′ Ancelotti vuole la scossa, dentro Ounas e fuori Callejon. Insigne ha un’altra grande occasione: avvitamento di testa che va di poco fuori: Allan avanza in maniera incredibile come un carro armato, poi tira alle stelle. Ammonito Dabo, Milik mette dentro in maniera sublime ed Insigne si gira nello spazio di un fazzoletto, pur non essendo al 100%, e sigla il meritato 1-0 dal migliore in campo. Infatti, il #24 non ce la fa, uscendo al posto di Marko Rog: nei minuti di finali, i ritmi si abbassano, per permettere di chiudere in tutta tranquillità, pur divorandosi un gol con Zielinski.

FORMAZIONI
NAPOLI(4-3-3):
Karnezis; Hysaj, Koulibaly, Maksimović, Mário Rui; Allan, Hamsik, Zielinski; Callejón (Dal 70′ Ounas) , Mertens (Dal 57′ A. Milik), L.Insigne (Dal 81′ Rog)
ALL. Carlo Ancelotti

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski; Milenković, G.Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi (Dal 79′ Pjaca) , Veretout (Dal 64′ Edimilson) , Gerson (Dal 60′ Dabo); F.Chiesa, Simeone, Eysseric
ALL. Stefano Pioli

 

Informazioni su Mattia Esposito 120 Articoli
Giornalista sognatore che ama lo sport, dal tennis al calcio, passando per i motori: scrivere per la Storia