Serie A: sorpresa Genoa allo Stadium. La Juventus pareggia 1-1

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni
Cristiano Ronaldo

E il primo passo falso è arrivato: in un periodo ricco di polemiche e crisi interne, non ultima la questione Drughi contro la società, ecco anche il primo stop per la Juventus. I bianconeri steccano per la prima volta, dopo 8 vittorie su altrettante partite, pareggiando 1-1 contro il Genoa: al gol di Ronaldo, e sono 400 nei campionati europei, risponde quello di Bessa.
Deludente pareggio per i padroni di casa, stoico Genoa invece alla prima, alla terza esperienza, per Juric: questione di punti di vista, ma una cosa è certa; il campionato non sarebbe finito né tantomeno è terminato ora. Dopo lo 0-2 della Roma, cade o per lo meno stecca, anche Madama, che lunedì è attesa al varco da un interessante inchiesta su Report e poi martedì dal Manchester United in Champions League, che oggi ha pareggiato 2-2 contro il Chelsea tra mille polemiche.Un pari nel complesso giusto, perché la Juve disputa una gara a due facce, perdendo clamorosamente concentrazione e rabbia dopo un tranquillo primo tempo e facendosi infilzare da Bessa nella ripresa, senza riuscire poi a ritrovare serenità e un nuovo guizzo vincente. Il quinto centro di CR7 non è servito a nulla: il Napoli ha l’assist per ridurre lo svantaggio di punti contro l’Udinese.

CRONACA- Pronti, via: Ronaldo viene bloccato prima da Radu e poi di testa dal palo. Perché al 21′ l’1-0 arriva: spunto da sinistra di Cancelo che calcia, una deviazione manda fuori giri Radu e il cannibale Ronaldo non sbaglia con la porta vuota. È il portoghese il più attivo del primo tempo, ma pur dominando il 2-0 non arriva.
E come sempre, quando non si chiudono le partite, facendo “melina”, la vittoria può essere compromessa: Piatek impegna Scznesny più volte, ma gli squilli di preavviso non allarmano i bianconeri. Douglas Costa non cambia il match, quindi il Genoa opera la beffa: Kouamé recupera la sfera, libero, serve l’incornata beffarda di Bessa. Allegri, che non trasmette la giusta cattiveria, quindi inserisce Dybala e Bernardeschi, ma per imprecisione e sfortuna, la sfida termina 1-1. 

FORMAZIONI
Juventus (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Benatia, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi (71′ Dybala); Cuadrado (59′ Douglas Costa), Mandzukic (81′ Bernardeschi), Cristiano Ronaldo. All. Allegri

Genoa (3-5-2): Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Pedro Pereira (79′ Gunter), Romulo, Sandro, Bessa (82′ Hiljemark), Lazovic; Piatek, Kouamé (85′ Pandev). All. Juric

Informazioni su Mattia Esposito 120 Articoli
Giornalista sognatore che ama lo sport, dal tennis al calcio, passando per i motori: scrivere per la Storia