Serie B: la finale d’andata Palermo-Frosinone

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni

-2. Mancano 2 partite alla fine dell’estenuante e equilibrata stagione di Serie B 2017/18, con i verdetti delle prime due neopromosse come Empoli e Parma, di ritorno in A dopo 3 promozioni di fila, ma anche quella delle retrocesse, già decise: Ternana, Pro Vercelli, Novara e Virtus Entella, attraverso i playout con Ascoli, terminati entrambi 0-0 favorendo i bianconeri per via della miglior classifica. Sono rimaste le migliori, quelle che si sono giocati la A durante l’annata e lo faranno anche nella finale playoff: Palermo e Frosinone, via alle danze…
I playoff sono andati in scena domenica 3 giugno, letteralmente agli antipodi: l’equilibrio di Padova nel 2-2 tra Cittadella-Bari, che ha favorito i veneti considerando la miglior classifica, e il 3-0 del Venezia ai danni del Perugia sempre sconfitto nei turni preliminari. I match dei turni preliminari sono stati rinviati di qualche giorno per via del processo ai Galletti pugliesi, condannandoli difatti ad abbandonare l’idea del ritorno in A dato il -3 e la scalata di un posto in classifica.
Le semifinali d’andata sono finite entrambe con un pareggio, 1-1, dunque è ancora tutto aperto: si inverte la sequenza dei match rispetto a quanto accaduto mercoledì. Al ritorno invece, il Frosinone ha rischiato e non poco, con il pareggio di Kouamé nei minuti finali da parte del Cittadella, ma grazie alla miglior classifica finale, i ciociari hanno conquistato la finale. Viceversa il Palermo, in un Barbera infuocato, sono passati grazie all’autogol di Maurizio Domizzi, ricambiando il favore dell’andata: il Venezia ci ha provato fino alla fine, uscendo a testa alta, ma è passata la più attrezzata.

MERCOLEDI’ 13 GIUGNO 2018
ORE 20,30
PALERMO-FROSINONE
Come annunciato, è Palermo-Frosinone la finale playoff della stagione 2017/18 di Serie B. La migliore possibile, con due squadre che a lungo hanno lottato per la A, ma che per discontinuità e sfortuna, hanno centrato solo l’atto conclusivo della post-season, dunque una delle due dovrà attendere un altro anno in Purgatorio. Hanno rischiato, entrambe, dopo 42 match più due dei playoff, ma ora si contenderanno l’ultimo posto disponibile per la massima serie il 13 e 16 giugno, in due match che si preannunciano di fuoco: dopo i brividi, due atti conclusivi in cui si promettono scintille ed equilibrio tra il Barbera e il meraviglioso gioiellino Benito Stirpe, dove stasera i tifosi hanno sofferto, e non poco. Roberto Stellone sfida la sua ex squadra con la quale raggiunse la massima serie, e quest’anno è rimasto imbattuto contro la squadra di Moreno Longo pareggiando 0-0 nel Lazio e spuntandola 1-0 in casa. In A perse entrambe le sfide e la voglia di rivalsa è tanta: il Frosinone ha frenato ultimamente. Chi tornerà in Serie A?

 

Informazioni su Mattia Esposito 120 Articoli
Giornalista sognatore che ama lo sport, dal tennis al calcio, passando per i motori: scrivere per la Storia

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.