Serie B, no alle sorprese: è Palermo-Frosinone la finale playoff

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni

Come annunciato, è Palermo-Frosinone la finale playoff della stagione 2017/18 di Serie B. La migliore possibile, con due squadre che a lungo hanno lottato per la A, ma che per discontinuità e sfortuna, hanno centrato solo l’atto conclusivo della post-season, dunque una delle due dovrà attendere un altro anno in Purgatorio. Hanno rischiato, entrambe, dopo 42 match più due dei playoff, ma ora si contenderanno l’ultimo posto disponibile per la massima serie il 13 e 16 giugno, in due match che si preannunciano di fuoco: dopo i brividi, due atti conclusivi in cui si promettono scintille ed equilibrio tra il Barbera e il meraviglioso gioiellino Benito Stirpe, dove stasera i tifosi hanno sofferto, e non poco…

FROSINONE 1-1 CITTADELLA
I ciociari passano con il brivido la semifinale di ritorno playoff, passata soltanto per via del miglior piazzamento come annunciato già nel primo pomeriggio. La squadra di Moreno Luongo ha già subito il cocente pareggio per 2-2 contro il Foggia all’ultima della regular season, e perdere anche oggi, sarebbe stato atroce: i laziali hanno la possibilità di tornare in A, facendo il primo dovere, segnando il gol decisivo con il centrocampista Gori, migliore in campo, cresciuto nel vivaio giallo e autore di 3 reti su 33 match questa stagione. Il gol al 75′ Kouame ha tenuto in apprensione tutto il Benito Stirpe, di nuovo ansiosi e pessimisti di vivere un’altra serata come quella della 42esima giornata: i padovani escono a testa altissima, soltanto per la triste regola della miglior classifica. Pu giocando meglio contro un Frosinone attendista, saranno i canarini a giocarsela per tornare in A dopo due annate.

 

PALERMO 1-0 VENEZIA
Decisamente più emozionante ed aperta è stata la sfida della Favorita, dove, grazie ad un autogol di Domizzi, i rosanero di Roberto Stellone si giocheranno l’accesso in A contro il Frosinone, ex squadra dell’ex attaccante del Napoli. I siciliani non hanno giocato come i ciociari, bensì hanno attaccato sin dall’inizio, trovando il goffo autorete di Maurizio Domizzi e gli attacchi di La Gumina, a segno all’andata, che peraltro si è fatto parare il rigore da Emil Audero nel finale. Un secondo tempo aperto, con i veneti sempre pronti a rincorrere gli avversari, ma mai capaci di segnare e inseguire il sogno, che prosegue invece un Palermo, che, favorito anche dall’espulsione di Pinato, colleziona la nona partita di fila casalinga senza sconfitta e si giocherà la A contro il Frosinone. Chi vincerà?

 

[bzscore data-2=”league” league-is=”serieb” country-is=”italy”]
Informazioni su Mattia Esposito 120 Articoli
Giornalista sognatore che ama lo sport, dal tennis al calcio, passando per i motori: scrivere per la Storia

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.