Tris spagnolo in MotoGp. Hamilton e Bottas fuori: Vettel 3° riapre la F1

aams-vietato-ai-minori-di-18-anni

MOTO GP
GRAN PREMIO D’OLANDA
Come da alcuni anni a questa parte, le gare di MotoGp non hanno un dominatore sin dall’inizio ed anche oggi in Olanda, ad Assen, ad un certo punto della gara c’erano ben 8 corridori in lotta per la vittoria, stile Moto3. Alla fine trionfa sempre Marc Marquez, che ipoteca il Mondiale, davanti a Alex Rins, alla miglior gara in carriera, e Maverick Vinales, che dopo tempo torna sul podio. Il 4° sigillo stagionale è figlio di una partenza sprint, arginata in parte da Jorge Lorenzo, poi 7°, e da Andrea Dovizioso, che alla fine arriva ai piedi del podio, dando vita ad una disputa verbale con Valentino Rossi, 5°, che accusa il forlivese, reo di un sorpasso non perfetto. Grande gara di Por Fuera, che però perde gas ed un certo punto non ne ha più per concorre, neanche con l’altra Ducati di un fenomenale Dovizioso, che torna a non cadere dopo tanto tempo.
Brutta batosta per il Dottore, per un istante primo fino ad una curva larga che lo porta fuori pista e non più in gioco per le prime posizioni: ne approfittano il centauro della Suzuki, che supera Top Gun all’ultimo giro e lo stesso iberico della Yamaha. Indecente Pedrosa 15° a lungo 20°: ancora una volta, il podio parla spagnolo…

FORMULA 1
GRAN PREMIO D’AUSTRIA
Sorprendentemente il circuito di Spielberg non è prevedibile e affidabile come le altre volte: vince ancora la Red Bull, ma non stradomina come sempre. Vince Max Verstappen, si tratta del 4º successo in carriera, il terzo podio di fila, dati che dimostrano come il talentuoso pilota sia migliorato a gestire i momenti più importanti, non gettando nulla all’aria. Ma non si tratta di una doppietta come succede di solito: Ricciardo esce di scena al 55º giro, nel mezzo del miglior momento della Ferrari, che recupera dopo alcuni problemi e i consueti pit stop, e guadagna una posizione con Kimi Raikkonen, partito 3º ed arrivato 2º, e con Seb Vettel sul gradino più basso del podio dopo essere stato 6º in griglia dopo la penalizzazione delle post qualifiche.
Weekend da dimenticare invece per le Mercedes, che partono bene, nonostante il finlandese del Cavallino provi a mettere in difficoltà le Frecce d’Argento, ma dopo i problemi in qualifica, anche in gara, Bottas e Hamilton si fermano, e il tedesco della Ferrari è di nuovo a +1 sull’inglese: sarà bagarre fino a fine Mondiale. 

Informazioni su Mattia Esposito 120 Articoli
Giornalista sognatore che ama lo sport, dal tennis al calcio, passando per i motori: scrivere per la Storia

Commenta per primo

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.